A- A+
Cronache
F35, il Pentagono sceglie l'Italia per la manutenzione

Il Pentagono ha comunicato di avere scelto l’Italia per la manutenzione della fusoliera dei caccia F35 costruiti da Lockheed Martin, con la Gran Bretagna come paese di sostegno. Contemporaneamente all’annuncio del Pentagono, una conferenza stampa sullo stesso tema è stata convocata presso l’ambasciata Usa in Italia.

Il ministro della Difesa Roberta Pinotti e l’ambasciatore americano a Roma John Philips hanno annunciato che sarà lo stabilimento italiano di Cameri (Novara) il polo di manutenzione prescelto, per tutti gli F35 operanti in Europa. Il ministro e l’ambasciatore hanno sottolineato le ricadute economiche positive per l’occupazione e per l’indotto. La manutenzione dei motori sarà invece fatta, sempre a partire dal 2018, dalla Turchia con Norvegia e Olanda che fungeranno da sostegno più avanti nel tempo.

Tags:
f35pentagono
in evidenza
Estate in crisi. Inattesa svolta Arrivano fresco e forti piogge

Meteo, cambia tutto

Estate in crisi. Inattesa svolta
Arrivano fresco e forti piogge


in vetrina
Dott, ampliato il servizio di bike sharing a Parma

Dott, ampliato il servizio di bike sharing a Parma





casa, immobiliare
motori
Dacia Jogger debutta sul mercato italiano

Dacia Jogger debutta sul mercato italiano


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.