A- A+
Cronache
Arezzo/ Pensione a un falso cieco per 30 anni

Era dal 1985 che G.G., pensionato di Sansepolcro, incassava un'indennita' di accompagnamento per cecita' assoluta di 850 euro mensili che non gli spettava. A smascherarlo sono stati i finanzieri locali che, nel corso di appostamenti e pedinamenti, lo hanno filmato mentre si recava a fare la spesa in un supermercato della cittadina in provincia di Arezzo: a carico dell'uomo - che percepisce, oltre all'indennita' in questione anche la pensione di vecchiaia, di invalidita' e una rendita vitalizia Inail - e' scattata la contestazione di truffa aggravata ai danni dello Stato con l'accusa di aver percepito indebitamente nel corso degli anni circa 200mila euro. Le immagini riprese dai finanzieri ritraggono l'anziano "mentre cammina evitando ostacoli ravvicinati senza alcun ausilio o accompagnatore in un ambiente esterno non familiare, ovvero mentre sceglie con cura i prodotti da acquistare, osservandone l'etichettatura per poi riporli esattamente al loro posto nello scaffale". I successivi accertamenti tecnici disposti dal procuratore della Repubblica di Arezzo, Roberto Rossi, hanno confermato l'ipotesi accusatoria della Guardia di finanza: il consulente tecnico del pm ha documentato che non si tratta di un caso di cecita' assoluta ma di un soggetto ipovedente. E la normativa vigente, nel prevedere i presupposti per le provvidenze a favore dei ciechi civili, definisce cecita' "la totale mancanza della vista o la mera percezione dell'ombra e della luce". Il Gip del Tribunale di Arezzo, su istanza del pm, ha disposto il sequestro preventivo di beni, denaro e titoli per l'equivalente di 120mila euro, pari a quanto sequestrabile a seguito dell'entrata in vigore della legge numero 300 del 2000, che consente la confisca di un valore pari al profitto o al prezzo conseguito attraverso l'illecito. L'operazione si e' cosi' conclusa nei giorni scorsi quando le fiamme gialle hanno eseguito il provvedimento del gip, sottoponendo a sequestro preventivo un'auto del valore di 14mila euro, denaro giacente sui conti correnti e titoli riconducibili all'indagato fino all'importo indicato.

Tags:
falso ciecoarezzo
in evidenza
Vacanza da sogno per i Ferragnez In Puglia tra masserie di lusso

Savelletri, Torre Canne e...

Vacanza da sogno per i Ferragnez
In Puglia tra masserie di lusso

i più visti
in vetrina
Pasta Garofalo, il pastificio presenta il suo primo Report di Sostenibilità

Pasta Garofalo, il pastificio presenta il suo primo Report di Sostenibilità





casa, immobiliare
motori
Stellantis: tornano gli incentivi statali per i veicoli commerciali leggeri

Stellantis: tornano gli incentivi statali per i veicoli commerciali leggeri


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.