A- A+
Cronache
Usa/ Nuovi scontri a Ferguson e spunta il video dell'omicidio

L'arrivo della Guardia nazionale a Ferguson non e' servito a placare la rabbia e le proteste per l'uccisione del giovane afroamericano Michael Brown. La violenza non si e' fermata neanche questa notte e la polizia ha sparato gas lacrimogeni e granate stordenti per far arretrare la folla che lanciava sassi contro gli agenti. Secondo diverse testimonianze delle forze dell'ordine, riferite dalla Cnn, vi sarebbe anche una "vittima di colpi d'arma da fuoco". Poche ore prima le proteste si erano svolte in modo pacifico, mentre cominciava lo schieramento delle truppe della Guardia Nazionale. Il governatore del Missouri, il democratico Jay Nixon, aveva revocato il coprifuoco. "Con questa nuova risorsa (la Guardia Nazionale, ndr) in campo - aveva detto - la Missouri State Highway Patrol e le forze di polizia locale, continueremo a rispondere adeguatamente alle violenze e a proteggere i diritti civili dei cittadini pacifici per fare in modo che sia ascoltata la loro voce".

 

Intanto, la scena dell'uccisione di Brown da parte di un poliziotto è stata vista e poi ripresa da una ragazza che quel pomeriggio del 9 agosto a Ferguson -  sobborgo di St.Louis in Missouri - era in casa e per caso stava alla finestra. A raccontarlo è stata la stessa testimone, Piaget Crenshaw, di 19 anni. La giovane ha ripreso il ragazzo a terra, morto, ma ha mandato il video alla Cnn solo oggi perchè, dice, "avevo paura". "Mi ero appena trasferita in quell'appartamento e assistere a quello che ho visto è stato scioccante", ha raccontato ancora scossa.

Piaget, accompagnata in studio dal suo avvocato, racconta di aver visto Brown e il poliziotto mentre sembrava che stessero litigando. L'agente ha cercato di tirare Michael dentro l'auto, ma lui è riuscito a divincolarsi. Quindi, secondo la giovane, il poliziotto ha sparato dal finestrino mancando Michael. A un certo punto il ragazzo si è fermato, si è girato con le mani alzate e in quel momento il poliziotto ha sparato. Secondo la versione data dalle autorità, Michael avrebbe cercato di prendere la pistola del poliziotto, ne è nata una colluttazione e poi il poliziotto ha sparato.

Ieri sera la manifestazione era iniziata in maniera pacifica, come nelle notti precedenti. Poi le cose sono degenerate quando, secondo quanto riferiscono fonti di stampa sul posto, alcuni manifestanti hanno iniziato a lanciare pietre contro la polizia, che ha reagito inviando i blindati tra la folla e in molti sono scappati correndo. Molti altri manifestanti hanno però cercato di isolare i più violenti e di continuare la protesta pacificamente. Ci sono stati 4 arresti e almeno un ferito, secondo i primi resoconti.

Il presidente americano Barack Obama ha invitato tutti alla calma e all'ascolto. "Ora è tempo di ascoltare, non di gridare", ha dichiarato nel corso di una conferenza stampa alla Casa Bianca in cui ha annunciato che il dipartimento della Giustizia Usa ha avviato un'inchiesta indipendente sulla morte di Michael Brown. Domani il procuratore generale Eric Holder sarà a Ferguson. "Noi dobbiamo andare avanti insieme, cercando di unire tra loro le diversità e capirci e non semplicemente dividerci gli uni dagli altri", ha dichiarato Obama. "Ci sono giovani uomini neri che commettono crimini. Possiamo discutere sul perché accada, per la povertà in cui sono nati o per il fallimento di sistemi scolastici o per quello che volete. Ma se commettono un reato devono essere perseguiti".

Ieri la famiglia del ragazzo ha reso noto l'esito dell'autopsia indipendente che aveva richiesto: il ragazzo è stato raggiunto da almeno 6 colpi di pistola, due due quali mortali alla testa. La prima autopsia su Mike e stata fatta dal medico legale Mary Case della contea di St.Louis in cui si dimostrava che il 18enne avesse ferite alla testa e al petto. Il referto è stato confermato dal dottor Michael Baden, il patologo arruolato dalla famiglia Brown per un'autopsia indipendente; mentre il terzo esame autoptico sarà effettuato dai medici legali del Pentagono, su disposizione del procuratore generale Eric Holder.

Tags:
ferguson
in evidenza
Casaleggio-Sabatini, che coppia Mano nella mano in dolce attesa

Paparazzati in un hotel di lusso

Casaleggio-Sabatini, che coppia
Mano nella mano in dolce attesa

i più visti
in vetrina
Meteo, il maltempo spacca l’Italia tra temporali e super caldo

Meteo, il maltempo spacca l’Italia tra temporali e super caldo





casa, immobiliare
motori
DS 7 CROSSBACK: viaggiare in un comfort premium

DS 7 CROSSBACK: viaggiare in un comfort premium


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.