A- A+
Cronache

 

bea joy 500

L'Onu ha lanciato un appello per raccogliere 301 milioni di dollari, pari a 224 milioni di euro, nei prossimi sei mesi per assistere le popolazioni delle Filippine colpite dal super tifone Haiyan. Finora la comunita' internazionale ha offerto 54 milioni di dollari, arrivati da 28 Paesi e da organizzazioni internazionali come l'Unione Europea che ha annunciato di aver stanziato 13 milioni di euro per gli aiuti d'emergenza. Intanto si comincia a definire la portata delle devastazioni nelle isole delle Filippine centrali portate dal passggio di Haiyan (o Yolanda come lo chiamano i locali), tra giovedi' e venerdi' scorsi. Il dato ufficiale e' di 1.774 morti ma resta valida e forse perfino ottimista la stima di 10.000 persone decedute nella sola citta' di Tacloban. Ora e' una priorita' trovare i cadaveri per cremarli o seppellirli, scongiurando epidemie. Gli sfollati sono 660.000. Decine di migliaia le abitazioni distrutte dal passaggio del tifone, che si e' abbattuto su un'area tra le piu' popolose e povere dell'arcipelago, con 10 milioni (il 10 per cento della popolazione dell'arcipelago) di persone in qualche modo colpite.
 


Della dozzina di italiani che mancavano all'appello nelle aree colpite dal tifone, quattro sono stati contattati. Stati Uniti e Gran Bretagna hanno intanto inviato navi da guerra per partecipare ai soccorsi. La portaerei Usa George Washington e le sue navi d'appoggio sono salpate d'urgenza da Hong Kong: sulle navi ci sono 7.000 marinai e un'ottantina tra aerei ed elicotteri che faranno la spola per portare alla popolazione acqua, cibo e medicinali. Si uniranno ai 90 marines che da lunedi' sono schierati a Tacloban. Dovranno far fronte anche al pericolo di saccheggi e tumulti: un convoglio di aiuti e' caduto in un'imboscata e le truppe filippine hanno ucciso due miliziani armati che avevano assaltato il camion. L'Italia fornira' aiuti per un milione di euro, tra denaro e beni materiali: un aereo partira' nelle prossime ore da Dubai per portare cibo, coperte e medicinali. Haiyan, declassato a tempesta tropicale, ha fatto vittime anche in Vietnam, 14 morti e quattro dispersi, e nel sud della Cina, dove i morti sono stati almeno cinque.

Sarebbero necessari 24 milioni di dollari per le operazioni di emergenza e di riabilitazione tra le quali la ricostruzione dei sistemi di stoccaggio e irrigazione e il supporto alle comunita' di pescatori. La richiesta arriva dalla Fao, l'organizzazione delle Nazioni Unite per l'alimentazione e l'agricoltura. "Voglio esprimere la solidarieta' della Fao e la mia personale - ha affermato il direttore generale della Fao, Jose' Graziano da Silva - alla popolazione e al Governo delle Filippine. Il supertifone Haiyan ha causato la perdita di migliaia di vite umane e lasciato una scia di distruzione. La devastazione causata nel paese, inclusi i settori agricolo, ittico e forestale, mette a rischio i mezzi di sussistenza di molti altri e potrebbe avere un vasto impatto sulla filiera e sulla sicurezza alimentari".


13 Tsunami 2010 10

"L'organizzazione - ha concluso Graziano da Silva - fara' tutto il possibile per aiutare il Governo delle Filippine nel processo di ricostruzione e per migliorare la resilienza". La Fao ha gia' mobilitato oltre un milione di dollari delle proprie risorse per aiutare la popolazione colpita dal supertifone e ha messo a disposizione personale per le operazioni di emergenza. Non si conoscono con precisione i danni causati. La Fao fa sapere che ne stilera' un quadro completo non appena la situazione sul terreno lo rendera' possibile. "Non conosciamo ancora con precisione l'entita' dell'impatto - dichiara il direttore della divisione Fao Emergenza e Riabilitazione, Dominique Burgeon - ma e' evidente che i danni sono ingenti". Intanto, secondo l'organizzazione, oltre un milione di agricoltori sono stati colpiti e centinaia di migliaia di ettari di coltivazioni di riso sono andati distrutti. L'ufficio delle Nazioni Unite per gli Affari Umanitari calcola che circa 9,5 milioni di persone sono state colpite dal tifone.

Tags:
filippineonumortitaclobanidispersi
in evidenza
Wanda Nara, perizoma e bikini Lady Icardi è la regina dell'estate

Foto mozzafiato della soubrette

Wanda Nara, perizoma e bikini
Lady Icardi è la regina dell'estate

i più visti
in vetrina
Meteo agosto: fresco al Nord, Africa al Sud. E a Ferragosto colpo di scena

Meteo agosto: fresco al Nord, Africa al Sud. E a Ferragosto colpo di scena





casa, immobiliare
motori
BMW 320e Touring, la piccola ibrida plug-in della Serie 3

BMW 320e Touring, la piccola ibrida plug-in della Serie 3


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.