A- A+
Cronache
Dallo scandalo di cavallo a quello di montone


Cinque persone, due adulti e tre bambini, hanno riportato un malore dopo avere pranzato nel ristorante Ikea di Lisses, vicino Parigi. Tutti quanti, appartenenti alla stessa famiglia, avevano mangiato polpette di carne nello store di mobili vicino alla capitale francese. I cinque, portati in ospedale con sintomi di avvelenamento, sono stati dimessi in giornata e le loro condizioni non appaiono gravi.

Il fatto è riferito dal quotidiano Le Parisien, aggiungendo che Ikea a seguito dell'episodio ha deciso di ritirare "in via precauzionale" tutte le polpette di questo tipo in Francia. L'amministrazione della casa svedese ha anche assicurato che collaborerà con le autorità d'Oltralpe aspettando i risultati delle analisi. Sulle polpette e le carni sono state fatte diverse rilevazioni da parte della prefettura dell'Essonne.
 



Ikea aveva già ritirato dalla vendita nei suoi punti di ristoro le lasagne alla carne di alce dopo che analisi di laboratorio avevano evidenziato la presenza nel prodotto di tracce di carne di maiale.  Visto che si tratta solo dell'ultimo episodio - in ordine di tempo - per quanto riguarda lo scandalo relativo alla carne di cavallo l'Europa sta ragionando ad una nuova posizione unitaria sui controlli e sulle misure per punire le frodi alimentari. Il commissario Ue alla salute e per la tutela dei consumatori Tonio Borg aveva parlato del bisogno di "sanzioni penali più dure" e che siano "dissuasive e appropriate" in casi simili

Tags:
carnecavalloikea
in evidenza
Margherita Molinari infiamma la spiaggia di Milano Marittima con le sue curve sexy

Costume

Margherita Molinari infiamma la spiaggia di Milano Marittima con le sue curve sexy

i più visti
in vetrina
Pasta Garofalo, il pastificio presenta il suo primo Report di Sostenibilità

Pasta Garofalo, il pastificio presenta il suo primo Report di Sostenibilità





casa, immobiliare
motori
Opel: l'audacia del design tedesco nella sua forma più pura

Opel: l'audacia del design tedesco nella sua forma più pura


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.