A- A+
Cronache
Strage Gallura, scoperta l'arma. Il 12enne ucciso con chiave inglese

Potrebbe essere una chiave inglese trovata nella casa del delitto e nel garage del presunto assassino, Angelo Frigeri, l'arma utilizzata per colpire Giovanni Maria Azzena e la moglie Giulia Zanzani, uccisi assieme al figlio Pietro nella loro abitazione di Tempio Pausania in Gallura il 17 maggio scorso. Gli esperti del Ris stanno esaminando la chiave inglese nel tentativo di trovare tracce biologiche riconducibili all'impiantista arrestato e a eventuali altre persone.

Con il passare del tempo prende sempre piu' piede l'ipotesi che Frigeri abbia agito da solo, anche se la procura di Tempio non chiude la strada a possibili complicita'. Il sopralluogo eseguito ieri nella casa di via Villabruna, con l'utilizzo del luminol, ha consentito di appurare che tutti e tre gli omicidi sono stati commessi al secondo piano della palazzina.

Tracce di sangue sono state trovate in tutte le stanze. Dal sopralluogo e' emerso che l'assassino ha lasciato tracce del suo passaggio ovunque e che ha provato a ripulire la scena del delitto. Il lavoro degli inquirenti prosegue, nel tentativo di appurare il movente.

Tags:
galluraarmastragechiave inglese
in evidenza
Margherita Molinari infiamma la spiaggia di Milano Marittima con le sue curve sexy

Costume

Margherita Molinari infiamma la spiaggia di Milano Marittima con le sue curve sexy

i più visti
in vetrina
Pasta Garofalo, il pastificio presenta il suo primo Report di Sostenibilità

Pasta Garofalo, il pastificio presenta il suo primo Report di Sostenibilità





casa, immobiliare
motori
Opel: l'audacia del design tedesco nella sua forma più pura

Opel: l'audacia del design tedesco nella sua forma più pura


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.