A- A+
Cronache
Garlasco, le rivelazioni degli ultimi esami. Chiara Poggi uccisa in pochi minuti

L’aggressione letale a Chiara Poggi, dai primi colpi al momento in cui il corpo fu gettato nella scala, non durò "un tempo considerevole", come avevano ritenuto i periti di primo grado: per il nuovo collegio di esperti era "sufficiente un tempo assai breve" per produrre la pozza di sangue trovata nel punto in cui l’assassino di avventò su di lei, che può essersi formata in meno di 3 minuti.

La valutazione è rilevante perché la finestra temporale in cui il fidanzato Alberto Stasi potrebbe aver avuto un ruolo o meno nell'omicidio. I consulenti avevano già sottolineano che Stasi non poteva evitare di calpestare le macchie di sangue della vittima che cospargevano la villetta di Via Pascoli. Ma, rispetto ai risultati della perizia effettuata durante il processo di primo grado, Alberto avrebbe potuto sporcarsi le scarpe di sangue anche camminando sulle macchie ematiche che si erano seccate. Gia' in primo grado, si era arrivati alla conclusione che molte delle macchie di sangue della vittima erano secche quando Alberto, seguendo il filo del suo racconto, aveva ritrovato il corpo straziato della fidanzata.

Tags:
garlascochiara poggi
in evidenza
Dayane Mello bacia Dana Saber Ecco chi è la misteriosa modella

Pomeriggio rovente a Milano

Dayane Mello bacia Dana Saber
Ecco chi è la misteriosa modella

i più visti
in vetrina
Caldo record e rincari Condizionatori, come scegliere i migliori: i consigli per risparmiare

Caldo record e rincari
Condizionatori, come scegliere i migliori: i consigli per risparmiare





casa, immobiliare
motori
FIAT presenta il Sanitizing Glove Box: igienizzare piccoli oggetti

FIAT presenta il Sanitizing Glove Box: igienizzare piccoli oggetti


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.