A- A+
Cronache
Giornata mondiale contro la pena di morte

Nel 1970, secondo i dati di Amnesty International, la pena di morte era in vigore in 138 paesi del mondo. Lo scorso anno il loro numero si era ridotto a 58, mentre i paesi abolizionisti erano 140. Le campagne di chi la ritiene una punizione crudele, disumana, degradante e ormai superata, hanno reso le esecuzioni più rare. L’obiettivo finale – l’abolizione totale in tutto il mondo – è però ancora lontano e il 10 ottobre è il giorno in cui gli appelli si fanno più forti: la Giornata mondiale contro la pena di morte.

Mogherini, continua battagli Italia per moratoria - Nella "Giornata mondiale contro la pena di morte", l'Italia rinnova il suo impegno nella battaglia per una moratoria universale delle esecuzioni. "La difesa dei diritti umani e' per l'Italia un principio inderogabile. Intendiamo continuare a batterci intanto per una moratoria delle esecuzioni e in prospettiva per l'abolizione della pena di morte in tutto il mondo", ha detto il ministro degli Esteri, Federica Mogherini. "Del resto l'Italia su questo e' stata sempre in prima fila. Nel 2007 abbiamo dato impulso alle iniziative che portarono all'adozione della prima risoluzione dell'Assemblea Generale delle Nazioni Unite sulla moratoria della pena capitale. L'anno seguente e nel 2010 con un gruppo di altri Paesi abbiamo promosso, sempre come Italia, altre due risoluzioni approvate all'Onu", ha ricordato. "Anche quest'anno l'Italia rinnova il proprio impegno presentando di nuovo in Assemblea Generale dell'Onu, insieme ad altri Paesi, una risoluzione per la moratoria universale delle esecuzioni capitali", ha spiegato Mogherini. "Per coordinare l'azione italiana in vista della votazione all'Onu, abbiamo istituito alla Farnesina il 1° luglio una task force con Amnesty International, la Comunita' di Sant'Egidio e l'Ong Nessuno tocchi Caino", ha ricordato, "e su questo si e' impegnato in prima persona anche il presidente del Consiglio, Matteo Renzi, che il 25 settembre ha partecipato a un evento sul tema organizzato dall'Italia, in occasione dell'Assemblea Generale dell'Onu, insieme ad altri partner e all'ufficio dell'Alto Commissario per i Diritti Umani". E' necessario, ha concluso Mogherini, "estendere e consolidare il fronte dei Paesi che appoggiano la risoluzione e su questo e' indispensabile un lavoro comune con la societa' civile".

Tags:
pena di morte
in evidenza
Margherita Molinari infiamma la spiaggia di Milano Marittima con le sue curve sexy

Costume

Margherita Molinari infiamma la spiaggia di Milano Marittima con le sue curve sexy

i più visti
in vetrina
Pasta Garofalo, il pastificio presenta il suo primo Report di Sostenibilità

Pasta Garofalo, il pastificio presenta il suo primo Report di Sostenibilità





casa, immobiliare
motori
La rivoluzione elettrica di Mercedes Benz

La rivoluzione elettrica di Mercedes Benz


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.