A- A+
Cronache

Una gita in barca col giallo quella che ha coinvolto il critico d'arte Vittorio Sgarbi. La comitiva guidata dall'ex sottosegretario ha scoperto, da un'imbarcazione, un cadavere nelle acque del Po di Gnocca, nei pressi di Porto Tolle, nel Rodigino.

 


Il gruppo, in cui c'era anche il sindaco di Ro Ferrarese, Filippo Parisini,  stava ripercorrendo i tratti del fiume, sulle orme di famosi scrittori, come Mario Soldati. Il corpo era di un 34enne scomparso da casa sabato scorso a Ferrara. Secondo i carabinieri l'uomo si sarebbe gettato nel fiume, per poi morire annegato, per una scelta autolesionistica. Una volta visto il cadavere sul posto sono intervenuti i carabinieri di Porto Tolle e gli agenti del commissariato di polizia. Recuperata la salma ed effettuato il riconoscimento il corpo è stato portato nella cella mortuaria dell'ospedale di Adria.

Iscriviti alla newsletter
Tags:
cadavereposgarbi
in evidenza
Il direttore Perrino su Isoradio Affari commenta le elezioni 2022

Ospite de "Il sorpasso" di Monica Setta

Il direttore Perrino su Isoradio
Affari commenta le elezioni 2022


in vetrina
SFCC, nate 29 nuove Comunità Slow Food in nove Paesi e la blockchain

SFCC, nate 29 nuove Comunità Slow Food in nove Paesi e la blockchain





motori
Škoda presenta il piano per la mobilità sostenibile

Škoda presenta il piano per la mobilità sostenibile

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.