A- A+
Cronache

Venerdì 17 maggio alla Bocconi un incontro del Cermes in collaborazione con Telecom Italia sulle possibilità di empowerment del paziente e i risultati di una ricerca su Niguarda Il cittadino paziente esprime una crescente domanda di nuove opzioni di accesso diretto ad informazioni sanitarie autorevoli, personalizzate ed immediatamente utilizzabili; maggior capacità di controllo sulle proprie condizioni di salute anche attraverso una diretta gestione dei propri dati e delle varie opzioni diagnostiche e terapeutiche disponibili; migliori opportunità di relazioni dirette ed informali con le strutture sanitarie e con i professionisti; un ruolo più attivo nei network di assistenza anche attraverso il confronto delle proprie esperienze con quelle altrui.

Chi saprà soddisfare tali bisogni renderà il paziente una parte attiva del processo di cura e lo trasformerà così in uno smartpatient. Il centro di ricerca su marketing e servizi (Cermes) Bocconi, in collaborazione con Telecom Italia, ha raccolto i dati sulle modalità di utilizzo e la soddisfazione rispetto ai servizi elettronici per la salute degli utenti dell’azienda Ospedaliera Niguarda di Milano e li presenterà nel corso dell’evento: Smartpatient: marketing per il paziente 2.0 venerdì 17 maggio, ore 8,45, Aula N29, piazza Sraffa 13 Nel corso dell’incontro saranno presentati anche i nuovi scenari per l’innovazione in sanità dal punto di vista di Telecom Italia (quali, per esempio, gli sviluppi della tecnologia secure SIM per telefono mobile) nonché le strategie di marketing dell’Azienda Ospedaliera Niguarda nel più ampio contesto della Regione Lombardia (la cui vision sarà illustrata dal direttore generale Sanità Walter Bergamaschi). Inoltre saranno discusse due significative esperienze di erogazione di servizi socio-sanitari e assistenziali fondati su un approccio “di marketing”, una nazionale e l’altra internazionale.

Interverrà il management di “Villa delle Magnolie” – Sogedin, un Centro Servizio agli Anziani localizzato in provincia di Treviso ed inaugurato la scorsa settimana. La struttura è stata concepita pensando innanzitutto agli anziani, alle loro necessità psicologiche, giungendo così a soluzioni architettoniche dove il carattere residenziale è prevalso sugli schemi tipicamente ospedalieri degli edifici di un tempo. Ci sarà inoltre un video collegamento con il Kameda Hospital di Kamogawa, in Giappone, un ospedale privato all’avanguardia, che grazie alla sua struttura ed organizzazione è in grado di trasmettere al paziente una sensazione di pieno controllo sulla propria situazione sanitaria e sulle scelte che lo riguardano. Ogni letto è corredato da un touchscreen che consente al paziente di accedere alla propria cartella clinica elettronica in tempo reale. Sulla medesima postazione, i pazienti possono visualizzare i CV dei propri medici e dei propri infermieri, esprimere le proprie percezioni soggettive di benessere, ordinare i pasti oltre a navigare in internet e ad accedere a programmi di entertainment.

Tags:
pazientiospedali
in evidenza
Paragone, picconate a Burioni "Ti ho denunciato e...". VIDEO

Politica

Paragone, picconate a Burioni
"Ti ho denunciato e...". VIDEO

i più visti
in vetrina
Pasta Garofalo, il pastificio presenta il suo primo Report di Sostenibilità

Pasta Garofalo, il pastificio presenta il suo primo Report di Sostenibilità





casa, immobiliare
motori
Stellantis: tornano gli incentivi statali per i veicoli commerciali leggeri

Stellantis: tornano gli incentivi statali per i veicoli commerciali leggeri


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.