A- A+
Cronache
Altro che taglio dei dipendenti pubblici... In Friuli sempre più prof e militari

Insegnanti, ausiliari, colonnelli, marescialli, medici e addetti ospedalieri. C'è un posto in Italia dove sono sempre di più, il Friuli Venezia Giulia. Altro che taglio dei dipendenti pubblici, la regione è la riserva indiana degli statali...

Nel 2014, infatti, i dipendenti pubblici sono saliti a quota 85.610 mentre sono calati nel resto d’Italia, come spoega Il Piccolo. Rispetto al 2013 si contano 246 statali in più. Le categorie professionali in aumento sono quelle dei militari, degli insegnanti e dei medici, mentre calano i dipendenti regionali, comunali e provinciali, che perdono in tutto 341 posti rispetto al 2013.

Le forze armate invece hanno segnato un significativo aumento di 243 unità confermando la prima risalita del 2012 contribuendo a rendere il Friuli Venezia Giulia l'unica regione in cui gli statali aumentano. Un friulano su 14, infatti, lavora nel pubblico e quasi tutti gli 85.610 hanno quasi il posto fisso. Sono ben 79 mila infatti gli inquadramenti stabili. Tra gli altri dati, da segnalare, mentre aumentano i militari, la diminuzione di poliziotti (-122), vigili del fuoco, ministeriali, enti di ricerca e magistrati.

Tags:
friuli
in evidenza
House of Gucci, guarda il trailer Jared Leto irriconoscibile. FOTO

Lady Gaga guida un cast stellare

House of Gucci, guarda il trailer
Jared Leto irriconoscibile. FOTO

i più visti
in vetrina
Pasta Garofalo, il pastificio presenta il suo primo Report di Sostenibilità

Pasta Garofalo, il pastificio presenta il suo primo Report di Sostenibilità





casa, immobiliare
motori
BMW prosegue lo sviluppo delle auto che restituiscono energia green

BMW prosegue lo sviluppo delle auto che restituiscono energia green


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.