A- A+
Cronache

Tutti stupiti ed anche ammirati per le parole di papa Francesco, riguardo ai gay: “Se una persona è gay e cerca il Signore con buona volontà, chi sono io per giudicarlo?”. E intanto anche con questo papa buono e intelligente del terzo millennio, passa il messaggio che gli uomini non sono tutti uguali davanti a Dio, giacché il Signore approverebbe l’amore eterosessuale, e disapproverebbe l’amore omosessuale, agli eterosessuali riconoscerebbe il diritto di amare, agli omosessuali lo negherebbe. Questo contrasta palesemente con la ragione e col senso di giustizia. E, infatti, la chiesa non basa la sua posizione nei riguardi dell’omosessualità sulla ragione e il senso di giustizia, ma sul fatto che la Bibbia (non il Vangelo) condanna gli omosessuali. Ma la Bibbia condanna anche chi mangia bistecche di maiale, chi si unisce ad una donna che ha le sue regole... E allora la Chiesa si appella a San Paolo. Ma San Paolo dice anche che è bene che un uomo non si sposi (1 Cor 7, 9). Io credo che anche gli uomini della Chiesa sappiano perfettamente che è una grossa ingiustizia pretendere che gli omosessuali rinuncino per tutta la vita all’esercizio della sessualità. E forse lo sa anche il priore di Bose, Enzo Bianchi, il quale su La Repubblica del 31 luglio scrive: «”Chi sono io per giudicarli?” ha detto il Papa riguardo a chi ha un orientamento omosessuale e magari comportamenti che per la Chiesa restano peccati». I comportamenti, ovviamente, sono gli atti di omosessualità.  Se il priore avesse pensato a comportamenti senz’altro peccaminosi lo avrebbe detto. Chissà che anche il Papa buono e intelligente non pensi come il priore di Bose?

Renato Pierri

Tags:
papagaypriore di bose
in evidenza
La rete non dimentica: le promesse (non mantenute) di Giggino in campagna elettorale

Il video che inchioda Di Maio

La rete non dimentica: le promesse (non mantenute) di Giggino in campagna elettorale


in vetrina
KoRo rafforza la propria presenza nel mercato europeo

KoRo rafforza la propria presenza nel mercato europeo





casa, immobiliare
motori
Paolo Poma CFO Lamborghini: “essere best in class entro il 2025"

Paolo Poma CFO Lamborghini: “essere best in class entro il 2025"


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.