A- A+
Cronache
prete

Non uno ma addirittura due 'buttafuori' si sono alternati domenica scorsa davanti al Duomo di San Lorenzo, a Mestre, per evitare che i barboni e i mendicanti si presentassero durante le funzioni a molestare i fedeli chiedendo l'obolo. Sin dal primo mattino, infatti, a fare da 'body guard' e' stato uno dei parrocchiani di lingua romena, proprio per cercare di instaurare un dialogo con i mendicanti piu' aggressivi e invitarli, nella loro lingua, ad allontanarsi.

Alla vista dei giornalisti il 'buttafuori' e' sparito lasciando spazio al giovane sacrestano, Michael Sabba, occhio azzurro e fisico atletico. Nonostante la loro presenza, una mendicante del gruppo dei 'barbanera', i rom che girano in citta' e ritenuti responsabili di aggressioni e atti di vandalismo, si e' avvicinata allo stesso parroco, mons. Fausto Bonini, per chiedere insistentemente l'elemosina, mostrando una foto di bambini.

L'iniziativa di filtrare l'accesso al duomo e' piaciuta ai parrocchiani, molti dei quali hanno espresso a mons. Bonini, fermo davanti al portone di ingresso, il loro appoggio. Una sola eccezione: un uomo e' entrato in chiesa e durante la funzione delle 10 ha apostrofato il parroco gridando piu' volte ''razzista'', prima di essere fatto allontanare. Una scelta che comunque farà discutere a lungo.

Tags:
parrocobuttafuorichiesa
in evidenza
Incendi in California, distrutti oltre 200 acri di foreste

Politica

Incendi in California, distrutti oltre 200 acri di foreste

i più visti
in vetrina
Pasta Garofalo, il pastificio presenta il suo primo Report di Sostenibilità

Pasta Garofalo, il pastificio presenta il suo primo Report di Sostenibilità





casa, immobiliare
motori
La rivoluzione elettrica di Mercedes Benz

La rivoluzione elettrica di Mercedes Benz


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.