A- A+
Cronache
MILESTONE ED 1382458 pr

Un insegnante veneziano, Sebastiano Sartori, è stato assolto con formula piena dal collegio del Tribunale per la frase "il Ku Klux Klan è l'unica via" postata su Facebook in riferimento agli stranieri. L'uomo, segretario di Forza Nuova, è stato assolto perché il fatto non costituisce reato. Secondo i giudici nel contesto in cui era stata scritta la frase non presentava illeciti ai fini penali.

Il pubblico ministero Walter Ignazitto, che aveva condotto gli accertamenti, aveva chiesto una condanna a otto mesi di reclusione, naturalmente con la sospensione condizionale della pena, e anche alcuni mesi di servizio obbligatorio nel Centro immigrati del Comune. Il difensore dell’imputato, l’avvocato Federica Bertocco, si è battuta invece per l’assoluzione.

Neppure in aula, ha fatto marcia indietro, confermando che quelle frasi le aveva scritte lui, spiegando che lavora da precario nella scuola da quattordici anni e che l’approvazione della legge sulla possibilità data anche agli immigrati di partecipare ai pubblici concorsi era la motivazione di quelle frasi. Il giudice gli ha creduto e lo ha assolto.

Tags:
ku klux klanreatogiudice
in evidenza
"La borsa di Chanel irrinunciabile. La moda? Oggi inorridisco per..."

Zorzi torna su discovery con Tailor Made. La video-intervista

"La borsa di Chanel irrinunciabile. La moda? Oggi inorridisco per..."

i più visti
in vetrina
Scatti d'Affari Banca Generali: presentati gli scatti relativi all’SDG numero 2 “Fame zero”

Scatti d'Affari
Banca Generali: presentati gli scatti relativi all’SDG numero 2 “Fame zero”





casa, immobiliare
motori
Nuova DS 7, eleganza e comfort in un’unica vettura

Nuova DS 7, eleganza e comfort in un’unica vettura


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.