A- A+
Cronache

Dopo due giorni di pausa a causa del mare agitato, sono ripresi all'alba gli arrivi di immigrati in Sicilia. Un barcone con a bordo 125 persone, tra cui donne e bambini, e' stato soccorso al largo di Siracusa da un pattugliatore del gruppo aeronavale dalla Guardia di finanza di Messina.

Il natante, uno scafo in legno di 15 metri, e' stato individuato dall'unita' della Finanza a circa 4 miglia dalla costa della localita' balneare siracusana di Ognina. Al timone c'era un uomo che ha eseguito alcune manovre nel tentativo di impedire l'abbordaggio del pattugliatore "Puleo", che poi e' riuscito ad accostare nonostante le non buone condizioni del mare. Alcuni finanzieri sono saliti a bordo del barcone e si sono messi ai comandi, per pilotarlo nel porto di Siracusa. I passeggeri hanno dichiarato di essere siriani.

Tags:
siciliaimmigratisbarchi
in evidenza
Automotive, da ALD la svolta Arrivano nuove soluzioni green

Tra mobilità e sostenibilità

Automotive, da ALD la svolta
Arrivano nuove soluzioni green


in vetrina
Fotovoltaico Plug and Play, ecco la soluzione green contro la crisi energetica

Fotovoltaico Plug and Play, ecco la soluzione green contro la crisi energetica





motori
Nuova smart #1 il domani è già arrivato

Nuova smart #1 il domani è già arrivato

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.