A- A+
Cronache
slot machine

Aveva lasciato a casa i suoi dipendenti e la sua azienda aveva dovuto chiudere. Ma il motivo non era la crisi economica. Un imprenditore della provincia di Treviso aveva svuotato le casse della sua impresa, mandandola in rovina. Tutto il denaro se lo era giocato al videopoker. L'uomo è stato dichiarato malato di gioco d'azzardo, ma questo non gli ha evitato una condanna con l'accusa di bancarotta fraudolenta.

La patologia compulsiva, spiega il Gazzettino che racconta la sua storia, è stata sia dai giudici che dai medici che lo hanno sottoposto a perizia psichiatrica. Ma il 54enne di Oderzo ha comunque rimediato una condanna a un anno e dieci mesi di reclusione, pena sospesa. In udienza preliminare il legale dell'uomo, l'avvocato Stefano Zoccarato, aveva presentato la richiesta di giudizio abbreviato condizionato alla perizia psichiatrica dell'imputato. 

L'imputato (sposato e padre di tre figli) aveva una capacità di intendere e di volere lievemente scemata nel periodo dei fatti contestati, che però non lo ha reso non imputabile o non capace di sostenere un processo. Ma la stessa perizia ha stabilito la patologia compulsiva per il gioco d'azzardo che lo ha portato a sperperare il patrimonio dell'azienda che gestiva assieme alla moglie, anche lei inizialmente finita sotto inchiesta, poi archiviata quando emerse la realtà dei fatti.

 

Tags:
imprenditoreslotazienda
in evidenza
Il trauma di Romina Carrisi "Ho lavorato negli strip club"

Dolorosa esperienza negli USA

Il trauma di Romina Carrisi
"Ho lavorato negli strip club"

i più visti
in vetrina
Meteo agosto: fresco al Nord, Africa al Sud. E a Ferragosto colpo di scena

Meteo agosto: fresco al Nord, Africa al Sud. E a Ferragosto colpo di scena





casa, immobiliare
motori
Taigo: il primo SUV coupé di Volkswagen

Taigo: il primo SUV coupé di Volkswagen


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.