A- A+
Cronache
India, in carcere non solo i Marò. Elisabetta e Tomaso, dimenticati da 4 anni

Massimiliano Latorre e Salvatore Girone. Abbiamo imparato tutti i nomi dei due Marò detenuti in India e al centro di uno scontro istituzionale apparentemente senza fine. Ma ci sono altri due nomi che quadi nessuno conosce, quelli di Elisabetta Boncompagni e Tomaso Bruno. Sono in un carcere indiano da più di 4 anni, accusati dell'omicidio del loro compagno di viaggio. La sentenza è slittata dopo che l'avvocato d'ufficio indiano non si è presentato. Loro si professano innocenti ma nessuno dall'Italia ha mai mosso un dito...

Elisabetta Boncompagni (38 anni) e Tomaso Bruno (30 anni) si trovano da quattro anni rinchiusi in un carcere indiano, a Varanasi. Nonostante le prove siano poche e loro si siano sempre professati innocenti, sono stati condannati in primo grado all'ergastolo. Ma ora sono ancora in attesa della sentenza della Corte Suprema Indiana.

La sentenza, attesa per lo scorso 16 settembre è stata ancora una volta rinviata perché l'avvocato assegnato d'ufficio alla coppia italiana, Haren Rawal, non si è presentato perché era impegnato in un altro caso. Insomma, non è che la difesa sia stata tutelata proprio al 100 %.

I due, lei di Torino e lui di Albenga (Savona) sono stati condannati per l’omicidio di Francesco Montis, loro compagno di viaggio in India nel 2010. I tre condividevano la stessa camera d’albergo. Una mattina Francesco non si svegliò. Tomaso ed Elisabetta lo portarono in ospedale ma per lui non ci fu nulla da fare: morì per problemi respiratori.

Il caso è andato avanti per 4 anni supportato da prove discutibili e nell’indifferenza generale. Nessun politico italiano ha mai alzato un dito per provare a capirci di più. Nessuna manifestazione o striscione per loro. E nei prossimi mesi, tra l'altro, ci saranno importanti festività in India che potrebbero ancora ritardare il caso.

 

Tags:
indiamarò
in evidenza
Automotive, da ALD la svolta Arrivano nuove soluzioni green

Tra mobilità e sostenibilità

Automotive, da ALD la svolta
Arrivano nuove soluzioni green


in vetrina
Fotovoltaico Plug and Play, ecco la soluzione green contro la crisi energetica

Fotovoltaico Plug and Play, ecco la soluzione green contro la crisi energetica





motori
Citroen lancia OLI [all-ë]:più di una concept car

Citroen lancia OLI [all-ë]:più di una concept car

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.