A- A+
Cronache
Ingroia si becca la reprimenda di Cantone: "Molli un incarico"

L'incarico di commissario liquidatore e amministratore unico della società Sicilia E-Servizi e quella di commissario straordinario del Libero Consorzio comunale di Trapani ricoperti da Antonio Ingroia sono fra loro "incompatibili". Sarebbe questa, a quanto si apprende, la valutazione espressa dall'Autorità Anticorruzione e inviata al presidente della Regione Sicilia Rosario Crocetta, con l'invito a contestare senza ritardo allo stesso Ingroia la causa di incompatibilità.

L'ex pm di Palermo, dunque, vive l'ennesima giornata grama dopo il flop di Azione Civile e l'addio alla magistratura. Colui che istituì l'inchiesta sulla trattativa Stato-mafia ora si becca la reprimenda anche dal "fuoco amico"di un ex magistrato, quel Raffaele Cantone ex pm anticamorra e oggi presidente dell'Authority anticorruzione voluta da Renzi. Vedremo se Crocetta prenderà provvedimenti.

Tags:
ingroiacantone
in evidenza
Casaleggio-Sabatini, che coppia Mano nella mano in dolce attesa

Paparazzati in un hotel di lusso

Casaleggio-Sabatini, che coppia
Mano nella mano in dolce attesa

i più visti
in vetrina
Meteo, il maltempo spacca l’Italia tra temporali e super caldo

Meteo, il maltempo spacca l’Italia tra temporali e super caldo





casa, immobiliare
motori
DS 7 CROSSBACK: viaggiare in un comfort premium

DS 7 CROSSBACK: viaggiare in un comfort premium


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.