A- A+
Cronache
Camorra, si pente il super-boss dei Casalesi Antonio Iovine

Antonio Iovine, conosciuto come 'o Ninno', ex primula rossa catturato dopo una latitanza nel 2010, al vertice di un gruppo dei Casalesi, sta collaborando con i pm di Napoli. La notizia, riportata da alcuni quotidiani, vede il 50enne, detenuto da 4 anni al 41bis, ricostruire da qualche tempo con i magistrati la nascita del gruppo e le attività criminali dei Casalesi, compresi i rapporti tra i boss Francesco Bidognetti, Francesco Schiavone e Michele Zagaria. Iovine è condannato all'ergastolo in via definitiva al termine del processo Spartacus.

Camorra: ecco chi e' il boss Antonio Iovine - Un soprannome, 'o ninno, riferito al fatto che il suo primo arresto avvenne in eta' molto giovane, ma soprattutto perche' l'eta' e 14 anni di latitanza non sembra aver indurito e invecchiato il suo volto. Antonio Iovine, 50 anni, da 4 anni al regime del 41 bis nel carcere di Badu 'e Carros, nei mesi scorsi aveva revocato i suoi legali storici. Ma gia' a dicembre 2010, a poche settimane dall'arresto, era trapelata la notizia di un suo colloquio con l'allora procuratore della Direzione nazionale antimafia Pietro Grasso; le voci di un suo possibile pentimento allora furono prontamente smentite dallo stesso Grasso. Inserito dal 1996 nell'elenco dei trenta latitanti piu' pericolosi d'Italia e dal 1999 cercato in ambito internazionale, Iovine era stato catturato dalla polizia guidata all'allora capo della Squadra Mobile di Napoli Vittorio Pisani, che poi porra' fine anche alla latitanza dell'altro boss Michele Zagaria, il 17 dicembre 2010 a Casal di principe, in un covo creato in una intercapedine di una villetta in V traversa Cavour di un suo fiancheggiatore, Marco Borrata. Iovine ha una condanna definitiva all'ergastolo, per associazione a delinquere di stampo mafioso e omicidio, arrivata nel 2008 in contumacia nell'Appello del primo processo noto come Spartacus. Proviene da una famiglia da sempre coinvolta nelle attivita' della criminalita' organizzata casertana, a cominciare dallo zio Mario Iovine, fedelissimo del boss Antonio Bardellino. Molto legato al boss Francesco Schiavone, detto Sandokan, ne era considerato il 'delfino'.

Tags:
iovinecamorrapentito
in evidenza
Heidi Klum reggiseno via in barca Diletta Leotta da sogno in vacanza

Wanda Nara.... che foto

Heidi Klum reggiseno via in barca
Diletta Leotta da sogno in vacanza

i più visti
in vetrina
Nicole Daza, chi è la compagna di Marcell Jacobs: la biografia

Nicole Daza, chi è la compagna di Marcell Jacobs: la biografia





casa, immobiliare
motori
Honda HR-V, arriva la tecnologia full Hibird

Honda HR-V, arriva la tecnologia full Hibird


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.