A- A+
Cronache

Il pullman viaggiava a forte velocita' con la parte anteriore aperta o mancante probabilmente a causa di un precedente "contatto" con il margine destro dell'autostrada nonostante le numerose segnalazioni dei rallentamenti tempestivamente segnalati da tre pannelli a messaggio variabile e da un operatore che sbandierava a terra. E' la prima ricostruzione ottenuta dall'AGI sulla dinamica del tragico incidente avvenuto sulla Bari-Napoli. A perdere la vita 39 persone, nove i feriti gravi. Il pullman della ditta "Mondo Travel" di Giugliano, e' precipitato da un viadotto all'altezza di Monteforte Irpino dopo aver sfondato il guardrail. A bordo anziani, adulti e bambini partiti tre giorni fa per un pellegrinaggio a Loreto con tappa, nella serata di sabato, a Telese Terme. "Ci sono indagati" per il fascicolo aperto in procura ad Avellino per omicidio colposo plurimo e disastro. Lo dice il procuratore Rosario Cantelmo, senza spiegare chi e' indagato e perche'. Cantelmo precisa anche ai cronisti che l'autista del bus, di cui non e' presente il nome nella lista dei deceduti ormai pubblica, era parente del proprietario della ditta da cui era stato fittato il bus. "Stiamo valutando le posizioni di alcune persone che sono indagate", continua Cantelmo rispondere alle domande dei giornalisti che chiedono notizie sullo stato delle indagini. "Non posso aggiungere altro, ci sono delle attivita' investigative in corso e stiamo valutando tutte le ipotesi". La carcassa del mezzo e' stata rimossa e ora si sta procedendo a una prima verifica sui freni e sulle gomme, che secondo il vicesindaco di Monteforte, proprietario di un'autofficina, "erano consumate". Tra le voci circolate davanti alla scuola "Don Bosco", dove si trovano le salme, anche quelle di uno pneumatico scoppiato mentre il pullman era sul viadotto ma sembra che l'autista, anche lui deceduto, abbia sbandato nel disperato tentativo di evitare una colonna di auto bloccate da un altro incidente. Da verificare anche l'effettiva velocita' del pullman in un tratto in discesa, piu' volte in passato teatro di sinistri. Il presidente della Repubblica in un messaggio inviato al governatore della Campania, Stefano Caldoro, parla di una "sciagura inaccettabile" che "richiama tutti, istituzioni e cittadini, a un piu' tenace impegno per la sicurezza stradale e impone ogni iniziativa utile a ridurre i fattori di rischio". Il premier, Enrico Letta, in segno di lutto ha cambiato il programma della visita ad Atene: "e' una giornata molto triste per l'Italia, una tragedia abnorme", ha commentato.

 

 

NAPOLITANO, SCIAGURA INACCETTABILE
Una "sciagura inaccettabile". Cosi' Il Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano ha definito la strage del bus in Irpinia nel messaggio inviato al Presidente della Regione Campania, Stefano Caldoro. "Profondamente addolorato - si legge - dal drammatico bilancio dell'incidente stradale verificatosi nella serata di ieri lungo l'autostrada A16, in provincia di Avellino, esprimo sentimenti di commossa ed affettuosa vicinanza al dolore delle famiglie delle vittime e rivolgo ai feriti gli auguri di una pronta guarigione"

"Desidero inoltre manifestare alle comunita' colpite, in particolare a quella di Pozzuoli, la partecipe solidarieta' dell'intero Paese", aggiunge i Capo dello Stato. "Questa inaccettabile sciagura richiama tutti, istituzioni e cittadini, ad un piu' tenace impegno per la sicurezza stradale e impone ogni iniziativa utile a ridurre i fattori di rischio. Agli interventi di adeguamento e manutenzione delle reti stradali e alle indispensabili attivita' di controllo e repressione deve affiancarsi una rinnovata consapevolezza di chi guida: il piu' scrupoloso e responsabile rispetto del codice della strada e' essenziale per tutelare noi stessi, i nostri cari e il prossimo".

Iscriviti alla newsletter
Tags:
irpinia bus
in evidenza
CDP, ospitato FiCS a Roma Gorno Tempini: “Agire come sistema unico”

Corporate - Il giornale delle imprese

CDP, ospitato FiCS a Roma
Gorno Tempini: “Agire come sistema unico”

i più visti
in vetrina
Ferrovie dello Stato, al via un nuovo modello per cantieri più sostenibili

Ferrovie dello Stato, al via un nuovo modello per cantieri più sostenibili





casa, immobiliare
motori
In viaggio con Ford Kuga Plug-In Hybrid alla scoperta delle bellezze di Vulci

In viaggio con Ford Kuga Plug-In Hybrid alla scoperta delle bellezze di Vulci


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.