A- A+
Cronache
Istat/ Nascite in ulteriore calo, minimo storico nel 2013

Per il quinto anno consecutivo l'Istat segnala una diminuzione delle nascite in Italia, scese nel 2013 al minimo storico di appena 514mila unita'. Collateralmente, la propensione ad avere figli scende ulteriormente da 1,42 figli per donna nel 2012 a 1,39 nel 2013, accentuando il divario con la media Ue28 (1,58 nel 2012).

Con 1,39 figli per donna la fecondita' nazionale, torna nel 2013 ai livelli osservati almeno sei anni prima. Il processo che ha interrotto in pochi anni quello che, perlomeno fino al 2008, era stato un oggettivo recupero della riproduttivita' nazionale (da 1,19 figli per donna nel 1995 fino a 1,45) nasconde per l'Istat significative trasformazioni demografiche, tuttora in corso, che la recente crisi di contesto sociale ed economico del Paese potrebbe avere contribuito in parte ad accentuare. Secondo la fotografia scattata dall'Istat tali trasformazioni riguardano in particolare almeno quattro aspetti tra loro connessi: la propensione a procreare figli in eta' sempre piu' avanzata, la compressione e l'invecchiamento al suo interno della popolazione femminile in eta' feconda, il ruolo esercitato dalle donne immigrate, i differenziali territoriali.

Tags:
istatnascitecalo
in evidenza
Estate in crisi. Inattesa svolta Arrivano fresco e forti piogge

Meteo, cambia tutto

Estate in crisi. Inattesa svolta
Arrivano fresco e forti piogge


in vetrina
Dott, ampliato il servizio di bike sharing a Parma

Dott, ampliato il servizio di bike sharing a Parma





casa, immobiliare
motori
Dacia Jogger debutta sul mercato italiano

Dacia Jogger debutta sul mercato italiano


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.