A- A+
Cronache
Ius Soli: Avvenire si schiera a favore e le chiese boicottano il giornale

Lo Ius Soli è una questione spinosa, questo lo si sapeva, ma che fosse addirittura causa di boicottaggio a un quotidiano cattolico, il "giornale dei vescovi" nientemeno, fa riflettere. Valter Delle Donne nel suo articolo pubblicato sul Secolo D'Italia racconta un fatto molto peculiare avvenuto domenica 17 settembre, in merito alla notizia di apertura di Avvenire e alla scelta del suo direttore Marco Tarquinio di richiedere l'imposizione dello Ius Soli per legge.

Nelle parrocchie italiane, ci racconta Il Secolo D'Italia, si è scatenata una sorta di reazione immediata, inducendo vari parroci a non esporre il giornale nelle chiese. E se qualcuno ha agito silenziosamente e con discrezione, altri religiosi hanno manifestamente espresso la propria avversione all'idea di Tarquinio, la cui linea viene ormai ritenuta "troppo appiattita a Sinistra".

Tante le critiche pubblicate dai lettori sul sito di Avvenire, così come su Twitter, dove le perplessità dei lettori si sono unite a quelle - ancor più risentite - dei sacerdoti. Uno su tutti, Pier Luca Bancale, tuona: "Allibito dalla prima pagina di oggi, sfacciata propaganda dello Ius Soli. Ma solo per le Unioni Civili la Chiesa non fa politica? Questa domenica le copie di Avvenire le ho lasciate in sagrestia per evitare che la gente fosse scandalizzata dal giornale dei vescovi".

La corsa per l'approvazione dello Ius Soli in Parlamento si trova davanti una strada lastricata di buone intenzioni che evidentemente, per molti cattolici, può solo portare all'Inferno

 

Tags:
ius soliavvenirecattoliciparrocchiemarco tarquinio
Iscriviti al nostro canale WhatsApp





in evidenza
Croazia-Italia: Calafiori eroe, ma tutti fanno caso a un particolare...

Sport

Croazia-Italia: Calafiori eroe, ma tutti fanno caso a un particolare...


in vetrina
McDonald's dopo il gelato al bacon bandisce gli ordini con l'IA

McDonald's dopo il gelato al bacon bandisce gli ordini con l'IA





motori
BMW, sulla nuova Serie 7 arriva la guida autonoma di livello 2 e livello 3

BMW, sulla nuova Serie 7 arriva la guida autonoma di livello 2 e livello 3

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.