A- A+
Cronache

E' di qualche giorno fa la notizia di una multa di 5.000 euro comminata a una pizzeria d'asporto di Savona per aver "servito" il proprio prodotto al cliente seduto a un tavolino. Il lavoro dei vigili è stato ineccepibile. La normativa vigente prevede che nel caso di pizzeria d'asporto non è necessario avere i requisiti necessari alla somministrazione di cibi e bevande. Infatti, in caso di pizzeria con tavoli è necessario che il gestore o un suo preposto deve aver frequentato con esito positivo un corso professionale per il commercio, o aver prestato la propria opera, per almeno due anni, presso imprese esercenti l’attività nel settore alimentare o nel settore della somministrazione di alimenti e bevande o essere in possesso di un diploma di scuola secondaria superiore o di laurea, anche triennale, o di altra scuola ad indirizzo professionale, almeno triennale.

La follia della norma, tuttavia è proprio nella sua applicazione. Se hai una pizzeria d'asporto o una piadineria e non vendi bevande anche confezionate, sei esentato da avere i requisiti necessari alla somministrazione. Tuttavia, basta che insieme a una pizza vendi una semplice coca-cola confezionata ed ecco che sono necessari i requisiti. Qualcosa non quadra. I requisiti tecnici sono necessari sicuramente per motivi sanitari. Si richiede che il gestore o il pizzaiolo abbia le conoscenze minime per la conservazione dei cibi. Ma la follia della norma non segue il buon senso. Quello che distingue nei requisiti richiesti tra una pizzeria semplice e una d'asporto è semplicemente nel portare al tavolo la pizza e nel vendere una bevanda CONFEZIONATA.

Quindi, basta che il gestore della pizzeria d'asporto si azzardi, anche per semplice cortesia a portare al cliente la pizza al tavolo (di quelli senza sedie) ed ecco che scatta la multa. Aprire un'attività e portarla avanti è un campo minato con dei cecchini pronti a impallinarti in quanto le sue norme sono contro il semplice buon senso. Io lavoro nella consulenza alle imprese, vado conto i miei interessi, ma bisogna seriamente snellire questo paese.

Antonio Di Gilio

Tags:
italiacrisi
in evidenza
La Piazza di Ceglie snodo delle elezioni. Il direttore Perrino ospita tutti i big - VIDEO

La V° edizione, dal 26 al 28 agosto

La Piazza di Ceglie snodo delle elezioni. Il direttore Perrino ospita tutti i big - VIDEO


in vetrina
FS, al via le prove tecniche del Frecciarossa 1000 tra Madrid e Barcellona

FS, al via le prove tecniche del Frecciarossa 1000 tra Madrid e Barcellona





casa, immobiliare
motori
Dal fiuto di Maximilian E. Hoffman 70 anni fa nasceva la Mercedes SL

Dal fiuto di Maximilian E. Hoffman 70 anni fa nasceva la Mercedes SL


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.