A- A+
Cronache

Si chiama Alberto Minetti, docente di fisiologia umana alla Facolta' di Medicina e Chirurgia dell'Universita' di Milano e fra i maggiori esperti italiani di locomozione umana e animale, l'italiano che ha cofermato una delle ricerche premiate con l'Ig Nobel Prize (IgNobel), riconoscimento assegnato alle ricerche scientifiche piu' improbabili in una cerimonia che, ogni anno, si tiene al Sanders Theatre dell'Universita' di Harvard. L'Ig Nobel assegnato all'italiano Minetti sarebbe quello della Fisica per un lavoro in cui si e' dimostrato che "alcune persone potrebbero camminare sull'acqua in uno stagno se queste - e lo stagno - fossero sulla Luna". Creati nel 1991 dalla rivista 'Annali delle ricerche improbabili', gli IgNobel sono consegnati annualmente da autentici Premi Nobel con una cerimonia all'universita' di Harvard.

E anche stavolta, le risate non sono mancate. Quest'anno c'è stato anche il Premio per la pace, assegnato congiuntamente al presidente bielorusso, Alexander Lukashenko, per aver dichiarato illegale applaudire in pubblico, e alla polizia bielorussa per aver "arrestato un uomo con un braccio solo che applaudiva". Il premier per l'ingegneria di sicurezza e' andato a un ricercatore americano, Gustavo Pizzo, che ha inventato un sistema per intrappolare gli aspiranti dirottatori aerei, chiuderli in un pacchetto e paracadutarli direttamente nelle mani della polizia. Un team di Gran Bretagna, Olanda e Canada e' stato premiato per uno studio sul calcolo delle probabilita' che ha stabilito che quanto piu' tempo impiega una mucca a sdraiarsi, tanto e' piu' probabile che si alzera' rapidamente in piedi; i ricercatori hanno anche scoperto che una volta che la mucca si alza, e' altamente improbabile poter prevedere quando si sdraiera' di nuovo.

Il premio per la fisica e' andato a un gruppo di ricercatori che hanno scoperto che le persone sarebbero in grado di correre sulla superficie di un lago, se quelle persone e il lago si trovassero sulla luna. Un premio congiunto in biologia e astronomia e' andato a un team internazionale (Svezia, Australia, Germania e Regno Unito), il quale ha scoperto che quando gli scarabei perdono la strada riescono tranquillamente a tornare a casa guardando la Via Lattea. Un team di ricercatori giapponesi e tedeschi ha affrontato l'annosa questione del perche' le cipolle ci fanno piangere e ha scoperto semplicemente che il processo biochimico e' "ancora piu' complicato di quanto finora si sia pensato".

Il premio di psicologia e' andato invece a uno studio francese riguardante gli ubriachi, che ha confermato che chi ha alzato il gomito e' sinceramente convinto di essere piu' attraente. I premiati, che arrivano ad Harvard a proprie spese, hanno 60 secondi di tempo per il discorso di ringraziamento. Quest'anno la cerimonia si e' conclusa con la premiere di una mini-opera chiamata 'l'arnese di Blonsky', omaggio alla vita e al lavoro di due premiati nel 1999, George e Charlotte Blonsky: un congegno per aiutare le donne a partorire che prevede di legare la partoriente su un tavolo circolare, che viene fatto poi ruotare velocemente, probabilmente per sfruttare la forza centrifuga...

Tags:
uomocamminareacquaitalianoig nobel
in evidenza
Non solo caldo africano... Attenti ai temporali violenti

Meteo, eventi estremi

Non solo caldo africano...
Attenti ai temporali violenti

i più visti
in vetrina
Zity: a Milano il nuovo carsharing 100% elettrico

Zity: a Milano il nuovo carsharing 100% elettrico





casa, immobiliare
motori
Mercedes me Charge le nuove offerte per i clienti elettrificati della Stella

Mercedes me Charge le nuove offerte per i clienti elettrificati della Stella


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.