A- A+
Cronache
La Banca delle Visite PET, il circuito per sostenere le cure al proprio animale domestico
Cane

La Banca delle Visite PET, il circuito per aiutare chi non può sostenere le prestazioni mediche al proprio amico a 4 zampe

La Banca delle Visite PET è il nuovo circuito solidale ideato per donare prestazioni mediche agli animali domestici bisognosi, aiutando chi non riesce a prendersi cura tempestivamente del proprio fedele amico nei momenti di difficoltà. Un progetto nato dall’incontro tra Banca delle Visite Onlus, Fondazione già operante su tutto il territorio nazionale per la tutela del diritto alla salute per i più bisognosi, e Audens srl, azienda già attiva nel mondo animale con iniziative solidali e con l’ideazione della medaglietta salvavita AIDmyPET, un passaporto sanitario digitale in 5 lingue sempre a portata di collare.

Banca delle Visite PET ha subito suscitato l’interesse di ENPA, Ente Nazionale Protezione Animali, che dal 1871, con grande sensibilità, opera nel territorio a tutela dei nostri amici a quattro zampe e che ha accolto con entusiasmo il progetto conferendo il proprio patrocinio e operando attivamente allo sviluppo dello stesso attraverso le strutture ambulatoriali presenti nei rifugi.

Con oltre 64 milioni di presenze in casa, l’Italia è al secondo posto in Europa per numero di animali domestici, di cui il 77% è considerato dai proprietari al pari di un membro della famiglia. Non sempre però i nostri amici PET sono curati tempestivamente, specie in un momento come l’attuale, che vede 12 milioni di Italiani alle prese con situazioni di povertà sanitaria causa di rinuncia a cure mediche e visite di prevenzione.

L’intento comune è quello di generare una spinta solidale di valore assistenziale-sanitario, rispondendo a un bisogno sociale sentito: numerose ricerche confermano infatti l’evoluzione del rapporto tra persone e animali domestici orientato alla cura, alla salute e al benessere. Un’iniziativa che vuole rappresentare anche un supporto concreto per contrastare l’abbandono e per sostenere in particolare gli utenti fragili per i quali la vicinanza di un animale può alleviare una condizione di vita che spesso porta allo sviluppo di alcune patologie della sfera psichica, come ansia e depressione, rappresentando spesso l’unica compagnia quando si è soli o impossibilitati a muoversi da casa come malati e anziani.

Il circuito sarà attivo inizialmente presso alcuni centri veterinari convenzionati che metteranno a disposizione visite ed esami solidali e gradualmente sarà esteso su tutto il territorio nazionale con l’ampliamento delle strutture aderenti. Fondamentale il supporto dei Soci Fondatori di Banca delle Visite Onlus, fondazione nata nel 2015, ovvero Mutua MBA, Health Italia S.p.A. ed Health Assistance S.c.p.A. che mettono a disposizione tutta l’esperienza e il sostegno a garanzia del buon funzionamento della Banca Delle Visite PET.

banca delle visite PET FB IG IN
 

Tra gli sponsor si annoverano già importanti brand e aziende come Monge, Aon, Innovet Italia, K-LASER, KPET, F.N.T. Federazione Nazionale Toelettatori e molte altre realtà legate al mondo PET. Patrocinatori del progetto oltre ENPA, Consumerismo Onlus e Patto per la Salute Sostenibile. L’iniziativa coinvolgerà anche le Amministrazioni che potranno patrocinare Banca delle visite Pet in qualità di Comune amico PET di cui il Comune di Mogliano Veneto, rappresentato per l’occasione dal Dr. Aldo Giovannella medico veterinario autore del libro “Primo soccorso per il mio cane”, ne è un virtuoso esempio.

Alla conferenza stampa di presentazione, che si è tenuta a Milano venerdì 9 settembre, presso la sede di Aon, in via Ernesto Calindri 6, hanno partecipato: Michela Dominicis (Presidente Banca delle Visite Onlus), Monica Cerin (Amministratore Audens Srl), Marco Bravi (Presidente del Consiglio Nazionale di ENPA), Marco Melosi (Presidente ANMVI, Associazione Nazionali Medici Veterinari Italiani), Aldo Giovannella (Medico Veterinario autore “Primo soccorso per il mio cane”). Modera il giornalista Andrea Bertuzzi.

 

COME FUNZIONA LA BANCA DELLE VISITE PET:

PER CHIEDERE AIUTO

Per chi ha un animale bisognoso di cure ed è in possesso di alcuni requisiti (Isee inferiore a 12.000€, classe di esenzione, situazione di difficoltà segnalata da associazioni o enti operanti sul territorio) può inserire la propria richiesta sul sito compilando il modulo alla sezione CHIEDI AIUTO.

PER DONARE

Per chi ha a cuore il mondo animale e vuole sostenere Banca delle Visite PET, è possibile inviare la propria donazione libera attraverso il sito della Banca delle Visite PET cliccando su DONA ORA (bonifico o Paypal). Si può anche destinare il proprio 5x1000 inserendo nella propria dichiarazione il CF: 97855500589.

PER I MEDICI VETERINARI:

Si può aderire al circuito solidale donando prestazioni solidali e mettendo a disposizione un listino dedicato. E’ necessario semplicemente inviare i propri riferimenti tramite il modulo DIVENTA SUPERVET.

Iscriviti alla newsletter
Commenti
    Tags:
    animalibancaveterinario
    Iscriviti al nostro canale WhatsApp





    in evidenza
    Eleonora Riso trionfa a Masterchef 13: la cameriera "fuori dagli schemi"

    Chi è la vincitrice del cooking show di Sky

    Eleonora Riso trionfa a Masterchef 13: la cameriera "fuori dagli schemi"

    
    in vetrina
    Top 100 Informazione online: boom di Affaritaliani.it a gennaio (+33%)

    Top 100 Informazione online: boom di Affaritaliani.it a gennaio (+33%)





    motori
    Alfa Romeo celebra il primo 33 Stradale Day

    Alfa Romeo celebra il primo 33 Stradale Day

    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.