A- A+
Cronache

Etologicamente è chiaro: il ragazzo sceglie l’adolescente bella perché è più pronta di altre alla riproduzione. Questa disponibilità è data dalla salute (bella pelle e simmetria) e dalle caratteristiche sessuali secondarie (bacino e mammelle). Alle femmine invece basta che i maschi siano forti e dominatori. I maschi infatti, anche se non lo sanno, cercano una femmina che generi figli, le femmine, anche se non lo sanno, cercano padri capaci di collaborare fattivamente all’allevamento e di proteggere la famiglia. Tutto ciò è vero fin dalla più remota antichità ed ha riflessi soggettivi ancora oggi. Al riguardo è cambiato ben poco, dalla preistoria. Gli uomini, specialmente se giovani, sembrano alla disperata ricerca del sesso per il sesso. Le donne invece sembrano più “spirituali” perché guardano alle capacità dell’uomo: forza, intelligenza, doti di comando e, perché no? ricchezza, ma in realtà accettano anch’esse integralmente il messaggio dell’istinto. Pur lamentandosi di essere spesso considerate oggetti non troppo dissimili da fette di torta, fanno di tutto per essere fette di torta appetibili. Curano il proprio peso, il proprio aspetto, il proprio vestiario, e accentuano i loro segnali sessuali, soprattutto nelle grandi città, fino a gridarli come un tempo facevano solo le prostitute. Niente di male, intendiamoci: per farsi udire nella folla bisogna gridare.

E tuttavia in questa loro obbedienza all’istinto, pur rimanendo cento miglia lontani dal moralismo, qualche conseguenza negativa si può scorgere. La donna è un essere umano con caratteristiche estremamente simili a quelle dell’uomo ma l’istinto di conservazione della specie non le permette di dimenticare mai il suo ruolo riproduttivo. Che sia in attività, in questo campo, o che non lo sia per età, o perché ha già avuto abbastanza figli o perché non ne vuole, deve comunque “essere bella”. L’essere attraente è per lei una condanna a vita. Può divenire importante, può comandare un impero industriale (Marina Berlusconi, Emma Marcegaglia), può divenire una celebrità in politica (Daniela Santanché) deve lo stesso rimanere donna nel senso di appetibile. Magari facendo l’impossibile per dimostrare un’età che non ha più. E se non lo fa, fioccano i sarcasmi. Nessuno si sognerebbe di giudicare il fascino fisico di Renato Schifani o di Stefano Rodotà: a Rosy Bindi invece nessuno perdona i capelli trasandati e l’aspetto che ispira la castità.

Sarà un’ingiustizia ma ad essa, salvo eccezioni, le donne si piegano senza discutere. Il desiderio di essere ammirate nelle donne è in fondo un desiderio d’amore: la speranza di trovare un partner che prima le desideri e poi le ami per tutta la vita per sé stesse, per il loro self, si direbbe oggi che tutti parlano inglese. La strada è tutta in salita ma intanto non dimenticano mai che all’anima si arriva essendo passati per il corpo. Purtroppo non tutte le donne sono belle. Purtroppo non tutte le donne belle (o comunque quelle che trovano un partner sessuale) sono amate. E purtroppo non tutte le donne amate lo sono poi per tutta la vita. Se parliamo d’amore, le vere trionfatrici sono le donne anziane che sono ancora veramente amate dal partner che hanno accanto da decenni. Sorte che si augura a tutti. In questo campo la donna è sfavorita. È sgradevole ma bisogna ammetterlo: le qualità che lei cerca nell’uomo sono più durevoli di quelle che l’uomo cerca in lei. Un uomo rimane “amabile” per parecchio tempo, perché le sue qualità sono poco “biodegradabili”, mentre una bella ragazza che ha avuto molto successo perché molto appetibile, a quarant’anni forse sembra averne ancora venti ma, come spiegava un certo detto, le ci vuole mezz’ora in più dinanzi allo specchio. E gli uomini - i soliti mascalzoni - a volte si guardano in giro per vedere se per caso le nuove leve non abbiano qualche migliore attrattiva. Le donne dovrebbero pensare un po’ meno a perpetuare la specie. Siamo già troppo numerosi, sulla Terra. Sembra strano, detto così, ma dovrebbero essere più egoiste e occuparsi un po’ più di sé stesse in quanto esseri umani. Volendo avere un rapporto con un uomo, pur passando attraverso il sesso, dovrebbero cercare se necessario a lungo qualcuno che ami il loro self più che il loro sedere. Ché se poi non lo trovassero, vale sempre il detto: meglio sole che male accompagnate.

Gianni Pardo,
pardonuovo.myblog.it   

Tags:
condannabellezzapardouominidonne
in evidenza
Heidi Klum reggiseno via in barca Diletta Leotta da sogno in vacanza

Wanda Nara.... che foto

Heidi Klum reggiseno via in barca
Diletta Leotta da sogno in vacanza

i più visti
in vetrina
Nicole Daza, chi è la compagna di Marcell Jacobs: la biografia

Nicole Daza, chi è la compagna di Marcell Jacobs: la biografia





casa, immobiliare
motori
Si rubano circa 70 motoveicoli al giorno in Italia

Si rubano circa 70 motoveicoli al giorno in Italia


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.