A- A+
Cronache
La Falange Armata a Riina: "Chiudi quella bocca, al resto pensiamo noi""

"Chiudi quella maledetta bocca". Destinatario Totò Riina. Firmato "Falange armata", proprio quella siglia che tra il 1992 e il 1993 rivendicava gli attentati e le stragi. La lettera arriva dopo le minacce del boss dal carcere: "Ricorda che i tuoi familiari sono liberi".

L'esistenza di questa lettera, rivelata da Repubblica, riporta al tragico periodo delle stragi tra il 1992 e il 1993. "Falange armata" era la sigla che rivendicava gli attentati ai centralini delle agenzie di stampa e lanciava messaggi di terrore. "Chiudi quella maledetta bocca - scrive l'anonimo a Riina - ricorda che i tuoi familiari sono liberi". Il finale della lettera lancia un altro messaggio inquietante: "Per il resto stai tranquillo, ci pensiamo noi". La lettera è stata sequestrata prima di arrivare a destinazione e ora è stata messa all'attenzione dei magistrati di Palermo e Caltanissetta.

Tags:
falange armatariinacarcere
in evidenza
Energia e misurabilità ESG Svolta nel libro di Dal Fabbro

Transizione green

Energia e misurabilità ESG
Svolta nel libro di Dal Fabbro

i più visti
in vetrina
Caldo record e rincari Condizionatori, come scegliere i migliori: i consigli per risparmiare

Caldo record e rincari
Condizionatori, come scegliere i migliori: i consigli per risparmiare





casa, immobiliare
motori
CUPRA e De Antonio Yachts svelano il nuovo D28 Formentor e-HYBRID

CUPRA e De Antonio Yachts svelano il nuovo D28 Formentor e-HYBRID


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.