A- A+
Cronache
sismografo

Due scosse di terremoto di magnitudo 4.1 e 4.2 sono state registrate - nella notte tra giovedì e venerdì - rispettivamente all'1:04 e all'1:06 sulla costa nord della Sicilia, in provincia di Messina. Le scosse sono state avvertite dalla popolazione e molte sono state le chiamate ma, secondo la Sala operativa del Comando provinciale dei Vigili del fuoco di Messina, nessun danno particolare viene al momento segnalato. Anche la Protezione civile non segnala alcun danno. Il terremoto è stato comunque avvertito nettamente anche a Palermo e Catania.

Secondo i rilevamenti dell'Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia (Ingv), i terremoti hanno avuto ipocentro entrambi a 10,4 km di profondità ed epicentro in prossimità dei comuni di Brolo, Ficarra, Gioiosa Marea, Librizzi, Montagnareale, Patti, Piraino, Raccuja, Sant'Angelo di Brolo e Sinagra. Dopo le due scosse più forti è seguito un lungo «sciame sismico» di 17 scosse di magnitudo tra 2 e 2.6.

Moltissime le chiamate arrivate alla Sala operativa di Messina da parte di cittadini preoccupati dall'intensità delle scosse. L'unico intervento dei vigili del fuoco è stato finora eseguito a Sant'Agata di Militello, dove una persona disabile è stata aiutata a scendere al piano più basso della sua abitazione.

Entrambe le scosse sono state chiaramente avvertite anche sulle isole Eolie, dove popolazione e turisti sono usciti da case e alloggi spaventati dalle scosse. Al momento non si hanno segnalazioni di danni a persone o cose. Nella prima mattina di venerdì scossa di terremoto anche tra Campania e Basilicata. Il sisma di magnitudo 2.6 è stato registrato alle 5:55 tra le province di Salerno e Potenza. Secondo i rilevamenti dell'Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia (Ingv), il sisma ha avuto ipocentro a 10,6 km di profondità ed epicentro in prossimità dei comuni salernitani di Caggiano, Ricigliano, Romagnano al Monte e Salvitelle, e di quelli potentini di Balvano, Baragiano, Picerno, Sant'Angelo le Fratte, Savoia di Lucania e Vietri di Potenza. Non si registrano danni a persone o cose.

NUOVA ZELANDA: SISMA DI MAGNITUDO 6.5, PANICO MA NESSUNA VITTIMA - Un sisma di magnitudo 6.5 ha fatto tremare e gettato nel panico gli abitanti di diverse citta' della Nuova Zelanda. Non sono state registrate vittime ne' danni significativi. L'epicentro del sisma, che e' avvenuto alle 14.40 (le 4.30 del mattino in Italia), e' stato localizzato a circa 5 chilometri a est di Seddon e a una profondita' di 9,9 chilometri. Successivamente si e' verificata una serie di scosse di assestamento che hanno raggiunto magnitudo fino a 5.7 ma non e' stato diramato alcun allarme tsunami.

Tags:
messinaterremoto
in evidenza
"Cos'è la destra? Cos'è la sinistra?": dalla Milano di Gaber alla Piazza di Ceglie, snodo delle elezioni 2022

La kermesse di Affari dal 26 al 28 agosto - Il programma

"Cos'è la destra? Cos'è la sinistra?": dalla Milano di Gaber alla Piazza di Ceglie, snodo delle elezioni 2022


in vetrina
Scatti d'Affari Primark, inaugurato l'undicesimo punto vendita in Italia

Scatti d'Affari
Primark, inaugurato l'undicesimo punto vendita in Italia





casa, immobiliare
motori
Dacia Spring: l’elettrica oltre gli incentivi

Dacia Spring: l’elettrica oltre gli incentivi


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.