A- A+
Cronache

 

 

polizia7011111

Un trentunenne, Pietro Battiato, ha ucciso la madre 59enne, Angela Zappalà, sgozzandola con un coltello da cucina nella loro abitazione di Fiumefreddo, nel Catanese. La tragedia è avvenuta al culmine di una violenta lite relativa all'attività professionale della donna.

Tra i due, secondo i vicini, c'erano continue liti: una delle cause scatenanti dei contrasti sarebbe stata l'attività di cartomante e veggente che la donna svolgeva in casa. Martedì mattina poco prima delle 5 l'ultima drammatica lite, al culmine della quale Battiato ha impugnato un coltello da cucina e sgozzato la madre.

Dopo essersi reso conto di aver ucciso la donna, ha telefonato al 113 pronunciando solo poche parole: "Venite, ho ucciso mia madre". E mentre sul posto arrivavano i carabinieri (ai quali il centralino aveva smistato la chiamata in origine diretta alla polizia), il 31enne ha tentato di uccidersi con una coltellata all'addome. trasportato d'urgenza all'ospedale di Taormina Battiato è morto poco dopo.

Tags:
madreveggentefigliosgozza
in evidenza
Casaleggio-Sabatini, che coppia Mano nella mano in dolce attesa

Paparazzati in un hotel di lusso

Casaleggio-Sabatini, che coppia
Mano nella mano in dolce attesa

i più visti
in vetrina
Meteo, il maltempo spacca l’Italia tra temporali e super caldo

Meteo, il maltempo spacca l’Italia tra temporali e super caldo





casa, immobiliare
motori
Prende il via da Cagliari il raoadshow ELECTRIQA firmato Mercedes

Prende il via da Cagliari il raoadshow ELECTRIQA firmato Mercedes


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.