Altro duro colpo al boss mafioso latitante Matteo Messina Denaro: cinque dei suoi familiari, tra i quali una sorella, sono stati arrestati in un'operazione antimafia che ha impegnato tra Palermo e Trapani un gruppo interforze costituito da uomini del Ros dei carabinieri, della Guardia di finanza, della Squadra Mobile di Palermo e della Dia nell'esecuzione di una trentina di provvedimenti emessi dalla Direzione distrettuale antimafia di Palermo.

Le ordinanze di custodia cautelare colpiscono esponenti delle famiglie mafiose di Castelvetrano e Campobello di Mazara e i loro interessi economici, soprattutto nell'edilizia. I reati contestati sono, tra gli altri, associazione mafiosa, voto di scambio, estorsione e intestazione fittizia di beni. Tra gli arrestati figura la sorella del capomafia castelvetranese, Anna Patrizia Messina Denaro, accusata di estorsione aggravata dal favoreggiamento di Cosa nostra. Gli indagati sono ritenuti a vario titolo partecipi delle fitta rete che cura e gestisce gli interessi riconducibili a Matteo Messina Denaro.

Patrizia Messina Denaro, 43 anni, secondo gli inquirenti era in contatto con il fratello latitante e smistava i suoi ordini del fratello. Inoltre, anche tramite il marito, Vincenzo Panicola, che e' detenuto da tempo, e' accusata di aver fatto da raccordo con i mafiosi in carcere. Nell'inchiesta e' coinvolto anche un cugino del boss, Giovanni Filardo, arrestato gia' nell'operazione "Golem II" del 2010 e appena il mese scorso assolto da quelle accuse. Il reato di scambio elettorale politico-mafioso viene contestato invece a Aldo Roberto Licata candidato alle ultime elezioni politiche nella lista Grande Sud-Mpa e non eletto. L'inchiesta e' stata coordinata dal procuratore aggiunto Teresa Principato e da sostituti Paolo Guido e Marzia Sabella.

2013-12-13T08:50:01.103+01:002013-12-13T08:50:00+01:00truetrue956116falsefalse4Cronache/cronache413112779572013-12-13T08:50:01.167+01:009572013-12-13T15:59:15.277+01:000/cronache/mafia-caccia-messina-denaro-arrestati131213false2013-12-13T10:14:19.62+01:00311277it-IT102013-12-13T08:50:00"] }
A- A+
Cronache
matteo messina denaro
 

Altro duro colpo al boss mafioso latitante Matteo Messina Denaro: cinque dei suoi familiari, tra i quali una sorella, sono stati arrestati in un'operazione antimafia che ha impegnato tra Palermo e Trapani un gruppo interforze costituito da uomini del Ros dei carabinieri, della Guardia di finanza, della Squadra Mobile di Palermo e della Dia nell'esecuzione di una trentina di provvedimenti emessi dalla Direzione distrettuale antimafia di Palermo.

Le ordinanze di custodia cautelare colpiscono esponenti delle famiglie mafiose di Castelvetrano e Campobello di Mazara e i loro interessi economici, soprattutto nell'edilizia. I reati contestati sono, tra gli altri, associazione mafiosa, voto di scambio, estorsione e intestazione fittizia di beni. Tra gli arrestati figura la sorella del capomafia castelvetranese, Anna Patrizia Messina Denaro, accusata di estorsione aggravata dal favoreggiamento di Cosa nostra. Gli indagati sono ritenuti a vario titolo partecipi delle fitta rete che cura e gestisce gli interessi riconducibili a Matteo Messina Denaro.

Patrizia Messina Denaro, 43 anni, secondo gli inquirenti era in contatto con il fratello latitante e smistava i suoi ordini del fratello. Inoltre, anche tramite il marito, Vincenzo Panicola, che e' detenuto da tempo, e' accusata di aver fatto da raccordo con i mafiosi in carcere. Nell'inchiesta e' coinvolto anche un cugino del boss, Giovanni Filardo, arrestato gia' nell'operazione "Golem II" del 2010 e appena il mese scorso assolto da quelle accuse. Il reato di scambio elettorale politico-mafioso viene contestato invece a Aldo Roberto Licata candidato alle ultime elezioni politiche nella lista Grande Sud-Mpa e non eletto. L'inchiesta e' stata coordinata dal procuratore aggiunto Teresa Principato e da sostituti Paolo Guido e Marzia Sabella.

Tags:
mafiacacciamessina denarosorellaarrestati
in evidenza
Il direttore Perrino su Isoradio Affari commenta le elezioni 2022

Ospite de "Il sorpasso" di Monica Setta

Il direttore Perrino su Isoradio
Affari commenta le elezioni 2022


in vetrina
SFCC, nate 29 nuove Comunità Slow Food in nove Paesi e la blockchain

SFCC, nate 29 nuove Comunità Slow Food in nove Paesi e la blockchain





motori
Škoda presenta il piano per la mobilità sostenibile

Škoda presenta il piano per la mobilità sostenibile

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.