La Christmas storm, la burrasca di Natale, fa capolino anche a Santo Stefano e da Nord comincia a spostarsi verso il Centro e le Isole. Il mare è a forza 10 nel canale di Sardegna, semi-tempesta anche nel mar Ligure, nel Tirreno settentrionale e nello stretto di Sicilia, condizione che ha bloccato tutti i collegamenti con la Sardegna e l'isola d'Elba. In Piemonte forti piogge e neve sulle Alpi, dove dopo il passaggio della tempesta di Natale si teme anche per il rischio di valanghe (in Piemonte, a Bardonecchia, è morto infatti uno sciatore)

Interrotti i collegamenti ferroviari tra Italia e Cantin Vallese a causa della neve che ha bloccato i convogli in transito: un treno a lunga percorrenza è fermo a Domodossola.

Cortina d'Ampezzo (Belluno) e altri comuni sono senza energia elettrica dal primo mattino a causa di una forte nevicata che sta creando notevoli disagi in tutto il Cadore. Il manto nevoso fresco ha raggiunto il mezzo metro d'altezza. Chiuse varie strade di accesso al centro ampezzano. Cortina è attualmente raggiungibile solo dalla strada principale, mentre sono chiusi i passi dolomitici.

In Liguria esondato l'Entella e il Magra è in piena. Pesanti disagi a Roma per allagamenti, alberi caduti e motorini rovesciati a causa delle fortissime raffiche di vento. Frane a Lecco e contusi nel Comasco. A Milano agenti della Polizia Municipale, della Protezione Civile e della Metropolitana milanese sono entrati in azione per scongiurare un'eventuale esondazione del fiume Seveso. Il corso d'acqua è giunto alla cosiddetta seconda soglia di attenzione, ma l'allarme è scattato in considerazione delle persistenti piogge.

maltempo sardegna 500 (3)Guarda la gallery - Alluvione in Sardegna

Il maltempo flagella l'Italia nel giorno di Santo Stefano con venti con raffiche fino 80-90 Km all'ora, la perturbazione dopo aver colpito duramente il Nord si concentra sul Centro (prevista neve sull'Appenino) e la Sardegna, ancora alle prese con il dopo alluvione. Da domani è previsto un generale miglioramento, prima di un nuovo peggioramento sabato, in particolare a nord-ovest.

La situazione più critica in Liguria dove la Protezione Civile regionale ha trasformato lo stato di allerta 1 in stato di allerta 2. Per il forte vento all'aeroporto di Genova sono stati dirottati due voli. Fermati i traghetti per la Sardegna e chiuso il terminal portuale di Voltri. A Genova sono state decine gli interventi di vigili del fuoco in Valbisagno e Valpolcevera. Allarme per Il fiume Entella, che nel tratto fra Chiavari e Lavagna, è velocemente salito di livello fino ad esondare.  Particolare attenzione per il rio del Fereggiano, che esondò nel 2011. Il comune di Borghetto Vara, già colpito dall'alluvione del 2011, ha fatto evacuare 50 persone. Il maltempo ha costretto in via precauzionale a evacuare i campi nomadi genovesi. Oltre 200 rom sono stati ospitati nelle strutture messe a disposizione dal Comune. Per le condizioni del meteo è stata rinviata al 26 gennaio 2014 la cinquantunesima edizione del Cimento Invernale di Alassio. Situazione critica nel savonese per l'intensificarsi della perturbazione durante la notte. E gravi problemi anche a Dego per il Bormida. A Cairo Montenotte chiuso il ponte cittadino a causa dell'innalzamento del livello del fiume che attraversa tutto l'entroterra savonese. Hanno raggiunto il limite i fiumi Rio Basco ad Albisola, il Teiro a Varazze, il Varatella a Borghetto, il Centa ad Albenga. Qui per il rischio di esondazione é stato deciso di chiudere il ponte rosso Viveri.

Grave la situazione sull'Aurelia a Savona e Alassio chiuso per frana. Sono tutt'ora impraticabili molte strade nella zona di Leca e di Camoochiesa sempre ad Albenga. Una tromba d'aria ha colpito regione Ariano ad Albenga dove sono state scoperchiate serre e baracche agricole e tetti di case in costruzione. Forti mareggiate hanno interessato Varazze e Celle Ligure.

Allarme maltempo anche a Roma. Sul Lazio si sono abbattute piogge diffuse anche a carattere di rovescio o temporale, accompagnate da fortissime raffiche di vento. Alberi caduti, foglie che ostruiscono i chiusini stradali, allagamenti in diverse zone della città. Anche la Protezione civile in Campania ha già emanato l'avviso di criticità fino alla mattina del 27 dicembre.

E in Sicilia, il forte vento, che ha sfiorato i cinquanta chilometri orari, la notte scorsa ha creato disagi nel Palermitano. Le 'raffiche' hanno danneggiato le luminarie natalizie nei comuni di Termini Imerese, Altavilla Milicia e Trabia. Decine gli alberi caduti anche in autostrada e nella statale Palermo-Sciacca. Un grosso Pioppo ha tranciato i fili della corrente elettrica. Alberi e tabelloni pubblicitari sono stati spazzati dal vento a Partinico, Monreale, Altofonte e Villagrazia di Carini. E' stata una lunga notte di lavoro per i vigili del fuoco.

Difficoltà anche per i collegamenti marittimi. Ustica è isolata, sia il traghetto che gli aliscafi sono rimasti ancorati in banchina a causa del mare mosso. Difficoltà nei collegamenti anche nelle Eolie: Stromboli, Ginostra, Panarea, Filicudi e Alicudi, sono isolate. Aliscafi e traghetti da Milazzo hanno garantito le corse solamente per Vulcano, Lipari, Salina e ritorno. Ma qualche collegamento è stato sospeso per il mare agitato per il vento proveniente da Levante che crea disagi anche negli attracchi. Ferma anche la nave per Napoli.

2013-12-26T12:11:09.447+01:002013-12-26T12:11:00+01:00truetrue1056116falsefalse4Cronache/cronache4131248410662013-12-26T12:11:11.04+01:0010562013-12-27T07:48:52.843+01:000/cronache/maltempo-santo-stefano26122013false2013-12-27T07:48:57.003+01:00312484it-IT102013-12-26T12:11:00"] }
A- A+
Cronache
sardegna maltempo
 

La Christmas storm, la burrasca di Natale, fa capolino anche a Santo Stefano e da Nord comincia a spostarsi verso il Centro e le Isole. Il mare è a forza 10 nel canale di Sardegna, semi-tempesta anche nel mar Ligure, nel Tirreno settentrionale e nello stretto di Sicilia, condizione che ha bloccato tutti i collegamenti con la Sardegna e l'isola d'Elba. In Piemonte forti piogge e neve sulle Alpi, dove dopo il passaggio della tempesta di Natale si teme anche per il rischio di valanghe (in Piemonte, a Bardonecchia, è morto infatti uno sciatore)

Interrotti i collegamenti ferroviari tra Italia e Cantin Vallese a causa della neve che ha bloccato i convogli in transito: un treno a lunga percorrenza è fermo a Domodossola.

Cortina d'Ampezzo (Belluno) e altri comuni sono senza energia elettrica dal primo mattino a causa di una forte nevicata che sta creando notevoli disagi in tutto il Cadore. Il manto nevoso fresco ha raggiunto il mezzo metro d'altezza. Chiuse varie strade di accesso al centro ampezzano. Cortina è attualmente raggiungibile solo dalla strada principale, mentre sono chiusi i passi dolomitici.

In Liguria esondato l'Entella e il Magra è in piena. Pesanti disagi a Roma per allagamenti, alberi caduti e motorini rovesciati a causa delle fortissime raffiche di vento. Frane a Lecco e contusi nel Comasco. A Milano agenti della Polizia Municipale, della Protezione Civile e della Metropolitana milanese sono entrati in azione per scongiurare un'eventuale esondazione del fiume Seveso. Il corso d'acqua è giunto alla cosiddetta seconda soglia di attenzione, ma l'allarme è scattato in considerazione delle persistenti piogge.

maltempo sardegna 500 (3)Guarda la gallery - Alluvione in Sardegna

Il maltempo flagella l'Italia nel giorno di Santo Stefano con venti con raffiche fino 80-90 Km all'ora, la perturbazione dopo aver colpito duramente il Nord si concentra sul Centro (prevista neve sull'Appenino) e la Sardegna, ancora alle prese con il dopo alluvione. Da domani è previsto un generale miglioramento, prima di un nuovo peggioramento sabato, in particolare a nord-ovest.

La situazione più critica in Liguria dove la Protezione Civile regionale ha trasformato lo stato di allerta 1 in stato di allerta 2. Per il forte vento all'aeroporto di Genova sono stati dirottati due voli. Fermati i traghetti per la Sardegna e chiuso il terminal portuale di Voltri. A Genova sono state decine gli interventi di vigili del fuoco in Valbisagno e Valpolcevera. Allarme per Il fiume Entella, che nel tratto fra Chiavari e Lavagna, è velocemente salito di livello fino ad esondare.  Particolare attenzione per il rio del Fereggiano, che esondò nel 2011. Il comune di Borghetto Vara, già colpito dall'alluvione del 2011, ha fatto evacuare 50 persone. Il maltempo ha costretto in via precauzionale a evacuare i campi nomadi genovesi. Oltre 200 rom sono stati ospitati nelle strutture messe a disposizione dal Comune. Per le condizioni del meteo è stata rinviata al 26 gennaio 2014 la cinquantunesima edizione del Cimento Invernale di Alassio. Situazione critica nel savonese per l'intensificarsi della perturbazione durante la notte. E gravi problemi anche a Dego per il Bormida. A Cairo Montenotte chiuso il ponte cittadino a causa dell'innalzamento del livello del fiume che attraversa tutto l'entroterra savonese. Hanno raggiunto il limite i fiumi Rio Basco ad Albisola, il Teiro a Varazze, il Varatella a Borghetto, il Centa ad Albenga. Qui per il rischio di esondazione é stato deciso di chiudere il ponte rosso Viveri.

Grave la situazione sull'Aurelia a Savona e Alassio chiuso per frana. Sono tutt'ora impraticabili molte strade nella zona di Leca e di Camoochiesa sempre ad Albenga. Una tromba d'aria ha colpito regione Ariano ad Albenga dove sono state scoperchiate serre e baracche agricole e tetti di case in costruzione. Forti mareggiate hanno interessato Varazze e Celle Ligure.

Allarme maltempo anche a Roma. Sul Lazio si sono abbattute piogge diffuse anche a carattere di rovescio o temporale, accompagnate da fortissime raffiche di vento. Alberi caduti, foglie che ostruiscono i chiusini stradali, allagamenti in diverse zone della città. Anche la Protezione civile in Campania ha già emanato l'avviso di criticità fino alla mattina del 27 dicembre.

E in Sicilia, il forte vento, che ha sfiorato i cinquanta chilometri orari, la notte scorsa ha creato disagi nel Palermitano. Le 'raffiche' hanno danneggiato le luminarie natalizie nei comuni di Termini Imerese, Altavilla Milicia e Trabia. Decine gli alberi caduti anche in autostrada e nella statale Palermo-Sciacca. Un grosso Pioppo ha tranciato i fili della corrente elettrica. Alberi e tabelloni pubblicitari sono stati spazzati dal vento a Partinico, Monreale, Altofonte e Villagrazia di Carini. E' stata una lunga notte di lavoro per i vigili del fuoco.

Difficoltà anche per i collegamenti marittimi. Ustica è isolata, sia il traghetto che gli aliscafi sono rimasti ancorati in banchina a causa del mare mosso. Difficoltà nei collegamenti anche nelle Eolie: Stromboli, Ginostra, Panarea, Filicudi e Alicudi, sono isolate. Aliscafi e traghetti da Milazzo hanno garantito le corse solamente per Vulcano, Lipari, Salina e ritorno. Ma qualche collegamento è stato sospeso per il mare agitato per il vento proveniente da Levante che crea disagi anche negli attracchi. Ferma anche la nave per Napoli.

Tags:
maltempo
in evidenza
Vacanza da sogno per i Ferragnez In Puglia tra masserie di lusso

Savelletri, Torre Canne e...

Vacanza da sogno per i Ferragnez
In Puglia tra masserie di lusso

i più visti
in vetrina
Pasta Garofalo, il pastificio presenta il suo primo Report di Sostenibilità

Pasta Garofalo, il pastificio presenta il suo primo Report di Sostenibilità





casa, immobiliare
motori
Stellantis: tornano gli incentivi statali per i veicoli commerciali leggeri

Stellantis: tornano gli incentivi statali per i veicoli commerciali leggeri


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.