A- A+
Cronache
Messina Denaro, arrestato il medico Alfonso Tumbarello. Pm: tutti in silenzio

Messina Denaro, le indagini da parte dei carabinieri del ROS sono state serrate, hanno portato all'arresto del medico Alfonso Tumbarello e del suo factotum

Il medico Alfonso Tamburello è stato arrestato dai carabinieri. Il 70enne, ex medico di base a Campobello di Mazara e ora in pensione, è accusato di favoreggiamento aggravato. Precisamente è il medico che aveva in cura il finto Andrea Bonafede, l'alias utilizzato da Matteo Messina Denaro per ricevere le cure anticancro alla clinica La Maddalena di Palermo. dove l'ex latitante e' stato catturato il 16 gennaio.

Messina Denaro, oltre al medico Tumbarello sono scattate le manette per il 'postino delle ricette'

Il provvedimento è stato disposto dal gip di Palermo Alfredo Montalto, che ha accolto la richiesta del procuratore Maurizio de Lucia e dell'aggiunto Paolo Guido. Il gip ha disposto la misura cautelare del carcere anche per una seconda persona che avrebbe avuto il ruolo di consegna delle ricette - una sorta di 'postino' delle prescrizioni mediche - a Messina Denaro. Secondo le indagini sarebbe stato proprio Alfonso Tumbarello a firmare le ricette più di 137 e le prescrizioni mediche utilizzate dal boss per sottoporsi alle cure per la patologia tumorale da cui è affetto.

Messina Denaro, Alfonso Tumbarello era stato iscritto dai pm nel registro degli indagati fin dal 17 gennaio

I pm avevano iscritto Alfonso Tumbarello nel registro degli indagati fin dal 17 gennaio, il giorno dopo l'arresto del capomafia di Castelvetrano. Nelle settimane scorse lo studio del medico è stato perquisito e il medico era già stato sentito dagli investigatori. Entrambi gli arrestati sono stati raggiunti dalla misura cautelare a Campobello di Mazara, nel trapanese, dove Messina Denaro ha passato l'ultima fase della sua trentennale latitanza. Oltre al medico di base Alfonso Tumbarello, in manette è finito un altro Andrea Bonafede, cugino omonimo del ragioniere che ha prestato la sua identità al superlatitante e che è già in carcere. 

Messina Denaro, i pm 'silenzio assordante dalla comunità di Campobello'

L'aggiunto Paolo Guido nella richiesta di arresto del medico di Messina Denaro scrive: "Tutte le indagini ancora in pienissimo e frenetico svolgimento sulla ricostruzione delle fasi che hanno preceduto la cattura di Messina Denaro hanno innanzitutto offerto uno spaccato dell'assordante silenzio dell'intera comunità di Campobello di Mazara che, evidentemente con diversi livelli di compiacenza omertosa, paura, o addirittura complicità, ha consentito impunemente al pericoloso stragista ricercato in tutto il mondo di affrontare almeno negli ultimi due anni cure mediche e delicatissimi interventi chirurgici in totale libertà". 

Iscriviti alla newsletter
Tags:
alfonso tumbarelloarrestomatteo messina denaromedico
Iscriviti al nostro canale WhatsApp





in evidenza
Il "Gioco dell'oca" diventa leghista C'è la casella Stop utero in affitto

Europee/ L'idea di Lancini

Il "Gioco dell'oca" diventa leghista
C'è la casella Stop utero in affitto


in vetrina
Meteo, in arrivo un intenso peggioramento. Pioggia e freddo: ecco dove

Meteo, in arrivo un intenso peggioramento. Pioggia e freddo: ecco dove





motori
Vespa World Days 2024: oltre 30mila vespisti convergono a Pontedera

Vespa World Days 2024: oltre 30mila vespisti convergono a Pontedera

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.