A- A+
Cronache

Una perturbazione atlantica con piogge al Nord, Toscana, fino alle regioni tirreniche interesserà l'Italia in questi giorni. Neve in Piemonte e alta Lombardia. Forte maltempo da sabato con tanta neve a 800-1000m sulle Alpi

Giovedì 2 gennaio il passaggio della perturbazione numero 1 del mese porterà un cielo molto nuvoloso o coperto al Centro-Nord e sulla Sardegna; mentre altrove il tempo seguiterà ad essere in genere soleggiato, ma con tendenza ad aumento della nuvolosità nella seconda parte del giorno ad iniziare dalle coste tirreniche. Nevicate deboli sul Piemonte fino in pianura (specie tra il Torinese, l’Astigiano, l’Alessandrino), sui versanti padani dell’entroterra ligure di ponente fino a quote collinari, sulle Alpi in genere oltre i 700-1000m e sull’Appennino tosco-emiliano oltre i 1400-1500m. Piogge, di debole o moderata intensità, bagneranno invece il resto del Nord, il Centro (ad eccezione di Marche ed Abruzzo) e le coste occidentali della Sardegna. Nel pomeriggio, attenuazione dei fenomeni sul Piemonte mentre qualche pioggia raggiungerà il nord della Campania. Temperature massime previste: Nord 3-7 °C (fino a 10-11 °C in Liguria), Centro 9-14 °C, Sud ed Isole 13-16 °C.

Venerdì 3 la perturbazione numero 1, ormai indebolita, porterà ancora molte nubi su tutta l’Italia che lasceranno il posto a parziali ed occasionali schiarite solo sulla Sicilia. Si prevedono deboli piogge sparse ed intermittenti su Liguria, Emilia Romagna, Toscana, Marche, coste tirreniche laziali e campane e sull’ovest della Sardegna. Dalla sera-notte, ulteriore aumento della nuvolosità sulle regioni settentrionali, con piogge in intensificazione a partire dalla Liguria, per l’arrivo della parte più avanzata di una nuova e più intensa perturbazione atlantica. Temperature massime previste: Nord 6-8 °C (fino a 12-13 °C in Liguria), Centro 11-16 °C, Sud ed Isole 14-17 °C.

Sabato 4, il passaggio della perturbazione numero 2 porterà una fase di tempo marcatamente perturbato al Nord e, in misura minore, anche sulle regioni centrali. Il cielo si presenterà coperto al Centro-Nord ed in Sardegna, da poco nuvoloso a nuvoloso sul resto d’Italia ma con tendenza ad aumento della nuvolosità sul settore tirrenico meridionale nella seconda parte del giorno. Avremo piogge diffuse al Nord e più irregolari su Toscana, Umbria, Lazio e Sardegna. Le precipitazioni saranno particolarmente intense su Levante Ligure e sui settori pedemontani che vanno dalla Lombardia al Friuli Venezia Giulia: su queste aree le cumulate di pioggia potrebbero essere abbondanti e raggiungere gli 80-100 millimetri in 24 ore. Nevicate copiose sull’arco alpino, oltre i 1000-1200m sul Piemonte ed oltre i 1400-1600m altrove: a fine giornata, su tutti i settori, si potrebbero accumulare tra i 50 ed i 100 centimetri di neve fresca. Temperature massime previste: Nord-Ovest 5-7 °C (fino a 12-13 °C in Liguria), Nord-Est 8-12 °C, Centro 13-16 °C, Sud ed Isole 15-18 °C ma con qualche punta non esclusa fino a 19-20 °C. Venti moderati, localmente forti, meridionali su tutti i mari. Giorni successivi

Domenica 5 migliora lentamente al Nord dove fino al pomeriggio saranno possibili piogge deboli o moderate, con nevicate sulle Alpi a quote medie. Le precipitazioni interesseranno le regioni centrali e la Sardegna, dove tenderanno a cessare solo in serata, quando si sposteranno verso le aree ioniche di Calabria e Sicilia. Lunedì 6 generali condizioni di variabilità, con probabili residue precipitazioni irregolari sulla Sardegna, sulla Sicilia e sulla Calabria. (Meteo a cura del colonnello Mario Giuliacci)

Montagna: quindicenne morto sotto valanga, secondo indagato
La Procura di Torino ha iscritto una seconda persona nel registro degli indagati per la morte di Riccardo Capitanio, il ragazzino quindicenne che ha perso la vita, dopo essere stato travolto da una valanga, il 29 dicembre scorso mentre sciava fuori pista a Claviere. Si tratta del direttore generale della societa' francese che gestisce gli impianti della zona. L'accusa, come per il fidanzato della sorella del ragazzino deceduto che lo accompagnava, e' omicidio colposo e valanga colposa.

Dalle indagini coordinate dal pm Raffaele Guariniello sarebbe emerso come nonostante il giorno dell'incidente il bollettino meteo francese indicasse rischio valanghe a livello 4, sul sito della societa' l'indicazione di pericolo sarebbe stato di livello 1. Dalle indagini sarebbe emerso anche che il giorno dell'incidente sulla pista non sarebbe stata esposta la bandiera che indica il rischio valanghe. Il ragazzo indagato che sciava con la vittima avrebbe riferito di non aver visto alcun cartello.

Tags:
befanameteogiuliacci
in evidenza
Vacanza da sogno per i Ferragnez In Puglia tra masserie di lusso

Savelletri, Torre Canne e...

Vacanza da sogno per i Ferragnez
In Puglia tra masserie di lusso

i più visti
in vetrina
Pasta Garofalo, il pastificio presenta il suo primo Report di Sostenibilità

Pasta Garofalo, il pastificio presenta il suo primo Report di Sostenibilità





casa, immobiliare
motori
BMW prosegue lo sviluppo delle auto che restituiscono energia green

BMW prosegue lo sviluppo delle auto che restituiscono energia green


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.