A- A+
Cronache

 

 

In Venezuela sono stati recuperati dal fondo del mare parte dei resti di Vittorio Missoni, e degli altri tre italiani morti in un incidente aereo a gennaio nell'arcipelago di Los Roques. Lo riferisce il quotidiano El Universal. Il relitto era stato localizzato a giugno.

L'operazione, in un tratto di mare profondo 76 metri a nord di cayo Carenero, un isolotto del'arcipelago di Los Roques, era stata avviata lunedì da un team di esperti del governo e delle forze armate venezuelane. Nelle ultime ore ha permesso di riportare in superficie una parte dei resti umani degli occupanti del velivolo, ha riferito il quotidiano venezuelano.

Il recupero proseguira' fino a quando non saranno stati recuperati tutti i resti umani, poi sara' sara' la volta del relitto dell'aereo che permettera' di indagare sulle cause dell'incidente. Sempre a giugno la nave oceanografica americana Sea Scout aveva localizzato poco distante anche il relitto di un altro aereo, il Transaven YV-2081, precipitato il 4 gennaio 2008 con 15 persone a bordo per lo piu' italiane. Anche per questo velivolo e' previsto il recupero dei resti umani e poi dei rottami.  Ancora "nessun commento" da parte della famiglia Missoni alla notizia dell'avvio delle operazioni di recupero dei corpi coinvolti nel disastro aereo.

Venezuela: rotta 'maledetta' verso paradiso Los Roques
Il relitto dell'aereo bimotore YW2615 del tipo Islander, su cui viaggiava Vittorio Missoni, era stato localizzato il 26 giugno scorso sulla rotta tra Los Roques e l'aeroporto di Caracas, Maiquetia. L'aereo era a 76 metri di profondita', spezzato in diversi punti. Sull'aereo viaggiavano il primogenito dello stilista fondatore della casa di moda italiana, Ottavio Missoni, la sua compagna Maurizia Castiglioni, una coppia di amici (Elda Scalvenzi e Guido Foresti) e l'equipaggio: il comandante German Marchant e il copilota Juan Carlos Ferrer. Della vicenda si era parlato l'ultima volta per il ritrovamento di due borsoni, rinvenuti dalla polizia della piccola isola di Bonaire e restituiti dal mare su una spiaggia. Il BN-2 Islander era sparito poco dopo il decollo da Los Roques, l'arcipelago turistico caraibico 200 chilometri a nord di Caracas.

L'ultimo contatto con i piloti avvenne alle 18 ora locale del giorno dell'incidente a 10 miglie nautiche da Los Roques. Missoni, de 58 anni, direttore generale della casa di moda, era in vacanza da una settimana. Il gruppo era arrivato nelle paradisiache isole circondate dai Caraibi il 28 dicembre, e quello spostamento aereo verso Caracas stava segnando la fine della vacanza: il gruppo sarebbe infatti ripartito per l'Italia con un volo nella notte. Una settimana prima nella stesse acque era stato ritrovato un aereo precipitato, ironia della sorte, il 4 gennaio, ma del 2008, con 14 persone a bordo, tra cui 8 italiani, mentre percorreva la tratta inversa, tra Caracas e Los Roques. La coincidenza delle date aveva suscitato in Italia speculazioni, teorie e sospetti. Come una settimana fa, a trovare i relitti del piccolo aereo e' stata una nave oceanografica americana che ha setacciato l'area in conseguenza di un accordo tra Italia e Venezuela, la 'Sea Scout'. A differenza del ritrovamento di una settimana prima a nord del Cayo Carenero, uno degli isolotti di Los Roques, l'aereo su cui viaggiava Missoni era in un punto completamente diverso, a sud dell'Arcipelago.

Tags:
missonirecuperaticorpilos roques
in evidenza
Kardashian, lato B o lato A? E il tatto di lady Vale Rossi...

Diletta, Wanda... che foto

Kardashian, lato B o lato A?
E il tatto di lady Vale Rossi...

i più visti
in vetrina
Alica Schmidt eletta l'atleta più sexy di Tokyo 2020

Alica Schmidt eletta l'atleta più sexy di Tokyo 2020





casa, immobiliare
motori
Si rubano circa 70 motoveicoli al giorno in Italia

Si rubano circa 70 motoveicoli al giorno in Italia


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.