di Lorenzo Lamperti

twitter@LorenzoLamperti

Berlusconi mi ha dato più o meno tre milioni di euro che io ho poi diviso con Fede”. Lele Mora, intervistato da Affaritaliani.it, risponde alle affermazioni rese da Emilio Fede sempre ad Affari. “Il mio conto in Svizzera? Esiste, ma è tutto regolare. È già stata fatta una rogatoria e hanno interrogato il direttore della banca. Non ho nulla da temere perché ho detto la verità”. L’ex direttore del TG4 parla di vendetta: “Ma guardi che io lui lo stimo. Mi ha dato tanto e devo solo ringraziarlo. Se Berlusconi mi ha dato quei soldi devo solo ringraziare lui perché è stato il promotore”. Sulle accuse dei giudici: “Io non ho mai selezionato nessuno e di certo non ho mai fatto prostituire nessuna ragazza. Anche perché ad Arcore c’erano solo delle cene divertenti, nulla di più. Gli inviti? Io chiamavo i miei ospiti, Fede i suoi. Ruby? L’ho invitata io ma lei mi aveva detto di avere 24 anni”. Su Sara Tommasi: “Io sono uno dei pochi ad averla aiutata, testimone sua mamma. L’ho anche fatta ricoverare quando stava male”.

LEGGI LA VERSIONE DI EMILIO FEDE NELL'INTERVISTA ESCLUSIVA DI AFFARITALIANI.IT/ "Le ragazze? Invitate da Mora. Indaghino sul suo conto in Svizzera" 

Lele Mora, lei ha dichiarato di aver diviso con Emilio Fede tre milioni di euro dativi da Berlusconi. L’ex direttore del TG4, intervistato da Affaritaliani.it, nega e dice che quei soldi di cui lei parla non esistono. Dove sta la verità?


Guardi, io ribadisco che Berlusconi quei soldi me li ha dati. Poi li ho divisi con Emilio Fede. Quello che ho detto è stato visto e visionato dalla magistratura. Hanno parlato con chi di dovere in Svizzera e hanno accertato la verità. Io non dico bugie.

Fede chiede una rogatoria sui movimenti finanziari del suo conto in Svizzera…

Ma guardi che la rogatoria l’hanno già fatta. È già stato interrogato il direttore della banca e tutto quanto. Non ho nulla da temere.

LO SPECIALE DI AFFARI

PRIMA PARTE/ "Notti di Arcore, testi corrotti". Silvio verso un nuovo processo

SECONDA PARTE/ Tutte le "cortigiane" del Cav. "E' pure brutto, mica ci vado gratis"

TERZA PARTE/ Fede e Mora, i "selezionatori" di Arcore: "Cambiamo e spazziamo via quella lì..."

LO SCENARIO GIUDIZIARIO/ NON E' PIU' SENATORE. E ORA? SILVIO ANDRA' IN GALERA SE...

Fede la accusa anche di continuare a cambiare la cifra dei soldi che lei gli avrebbe dato. Ci può dire di quanti soldi si tratta effettivamente?

Berlusconi mi ha dato più o meno tre milioni di euro che poi ho diviso con Fede. Però non ricordo la cifra esatta.

Secondo Fede lei si vuole vendicare. Lei ha qualcosa contro l’ex direttore del TG4?

Ma vendetta di che cosa? Guardi che io Emilio Fede lo stimo. È una persona speciale che mi ha dato tanto. Se Berlusconi mi ha dato questi soldi io devo ringraziare solo Fede perché è stato lui il promotore. Io avevo chiesto una fidejussione ma Fede ha insistito per chiedere lui personalmente questi soldi. Purtroppo la divisione che abbiamo fatto non mi ha permesso di pagare tutto quello che dovevo pagare e sono fallito.

Nelle motivazioni della sentenza Ruby bis lei e Fede siete descritti come i “selezionatori” delle ragazze presenti alle serate di Arcore. Davvero lei ha gestito gli inviti delle ragazze?

Non c’è stata nessuna selezione. Io non faccio il selezionatore, ho visitato costantemente Arcore dal 1985 al 2010 e sono sempre stato lì con tanti altri ospiti. Ma non è mai esistito tutto questo selezionamento o questa degustazione per il padrone di casa. Non c’era niente. Eravamo ospiti graditi, invitati. Se poi qualche ragazza ha dato il numero ad altre ragazze non lo so. Ma di certo non sono io che le ho portate ad Arcore per prostituirsi. Anche perché, voglio sottolinearlo, ad Arcore nessuno si è prostituito.

QUANTE VOLTE, SILVIO, QUANTE VOLTE...?

Il testo integrale della sentenza Bunga Bunga, con le testimonianze, le intercettazioni, le prove certe e quelle traballanti nel nuovo libro di Affari Italiani Editore

Fede ha però dichiarato che le ragazze venivano invitate attraverso di lei…

Beh, i miei ospiti li ho invitati io e Fede ha invitato i suoi. Ma questo non significa nulla. Per esempio io Nicole Minetti non l’ho mai conosciuta.

E Ruby?

Ruby l’ho invitata io perché doveva venire a fare uno spettacolo di danza del ventre. Ma mi aveva detto di avere 22 o 24 anni, ora non ricordo, qualche mese prima nel mio ufficio. Tutto veniva gestito nella più assoluta regolarità e trasparenza. Ad Arcore c’è stata anche Aida Yespica, ma dai tabulati risulta che è entrata alle nove di sera ed è uscita prima di mezzanotte. Non è successo niente di male. E comunque io con le “olgettine”, non ho niente a che fare. Non conoscevo la Polanco e le altre anche perché io poi la televisione non la guardo ma la faccio.

Ma concretamente perché queste ragazze andavano ad Arcore?

Erano semplicemente delle serate divertenti, niente di più. Non si è mai andati oltre. Poi Berlusconi è molto generoso, magari qualche ragazza ha visto la sua bontà e ha colto l’occasione per chiedergli qualcosa ma di certo non in cambio di quello che dicono i giudici.

Fede invita anche i magistrati a chiedere a Sara Tommasi chi l’ha ridotta in quello stato, alludendo probabilmente a lei. Lei che rapporto ha con Sara Tommasi?

Credo di essere stato uno dei pochi ad aiutare Sara. Testimone sua mamma. L’ho fatta ricoverare a Bologna perché non stava bene. Io Sara l’ho solo aiutata.

Lei ha patteggiato nel processo per bancarotta fraudolenta ed è stato condannato in primo grado nel processo Ruby bis. Quali sono state le conseguenze di tutto ciò sulla sua vita professionale?

Queste vicende hanno comportato la distruzione totale della mia vita e del mio lavoro. In questo momento sono in affidamento e sto pagando quello che ho patteggiato, cioè 4 anni e tre mesi di pena alternativa. Sono affidato a mio figlio e un giorno alla settimana da Don Mazzi mi occupo di sociale, cosa che ho fatto per tutta la vita. Piuttosto che in carcere meglio stare qui. Comunque io credo nella magistratura e visto che sono innocente spero che negli altri due gradi del processo Ruby sia riconosciuta la mia innocenza e tutto finisca in una bolla di sapone come era successo per Vallettopoli.

Oggi che rapporti ha con Berlusconi e Fede?

Berlusconi non lo vedo dal 7 o 8 gennaio 2010. Fede invece mi è capitato di incontrarlo in qualche ristorante di Milano. Tra di noi c’è stata massima carineria. Io il direttore lo rispetto molto e ancora oggi se lo incontro con lui sono, come mi è stato insegnato, cortese e gentile. Ripeto, posso solo ringraziarlo per quei soldi per i quali mi ha chiesto solo quello che gli spettava in una trattativa di prestito.

2013-12-03T21:14:01.03+01:002013-12-04T11:10:00+01:00truetrue1426116falsefalse4Cronache/cronache4131002114262013-12-03T21:14:01.09+01:009572013-12-04T19:40:37.98+01:000/cronache/mora-risponde-a-fede-su-affari-quei-soldi031213false2013-12-04T11:22:27.893+01:00310021it-IT102013-12-04T11:10:00"] }
A- A+
Cronache
lele mora
 

di Lorenzo Lamperti

twitter@LorenzoLamperti

Berlusconi mi ha dato più o meno tre milioni di euro che io ho poi diviso con Fede”. Lele Mora, intervistato da Affaritaliani.it, risponde alle affermazioni rese da Emilio Fede sempre ad Affari. “Il mio conto in Svizzera? Esiste, ma è tutto regolare. È già stata fatta una rogatoria e hanno interrogato il direttore della banca. Non ho nulla da temere perché ho detto la verità”. L’ex direttore del TG4 parla di vendetta: “Ma guardi che io lui lo stimo. Mi ha dato tanto e devo solo ringraziarlo. Se Berlusconi mi ha dato quei soldi devo solo ringraziare lui perché è stato il promotore”. Sulle accuse dei giudici: “Io non ho mai selezionato nessuno e di certo non ho mai fatto prostituire nessuna ragazza. Anche perché ad Arcore c’erano solo delle cene divertenti, nulla di più. Gli inviti? Io chiamavo i miei ospiti, Fede i suoi. Ruby? L’ho invitata io ma lei mi aveva detto di avere 24 anni”. Su Sara Tommasi: “Io sono uno dei pochi ad averla aiutata, testimone sua mamma. L’ho anche fatta ricoverare quando stava male”.

LEGGI LA VERSIONE DI EMILIO FEDE NELL'INTERVISTA ESCLUSIVA DI AFFARITALIANI.IT/ "Le ragazze? Invitate da Mora. Indaghino sul suo conto in Svizzera" 

Lele Mora, lei ha dichiarato di aver diviso con Emilio Fede tre milioni di euro dativi da Berlusconi. L’ex direttore del TG4, intervistato da Affaritaliani.it, nega e dice che quei soldi di cui lei parla non esistono. Dove sta la verità?


Guardi, io ribadisco che Berlusconi quei soldi me li ha dati. Poi li ho divisi con Emilio Fede. Quello che ho detto è stato visto e visionato dalla magistratura. Hanno parlato con chi di dovere in Svizzera e hanno accertato la verità. Io non dico bugie.

Fede chiede una rogatoria sui movimenti finanziari del suo conto in Svizzera…

Ma guardi che la rogatoria l’hanno già fatta. È già stato interrogato il direttore della banca e tutto quanto. Non ho nulla da temere.

LO SPECIALE DI AFFARI

PRIMA PARTE/ "Notti di Arcore, testi corrotti". Silvio verso un nuovo processo

SECONDA PARTE/ Tutte le "cortigiane" del Cav. "E' pure brutto, mica ci vado gratis"

TERZA PARTE/ Fede e Mora, i "selezionatori" di Arcore: "Cambiamo e spazziamo via quella lì..."

LO SCENARIO GIUDIZIARIO/ NON E' PIU' SENATORE. E ORA? SILVIO ANDRA' IN GALERA SE...

Fede la accusa anche di continuare a cambiare la cifra dei soldi che lei gli avrebbe dato. Ci può dire di quanti soldi si tratta effettivamente?

Berlusconi mi ha dato più o meno tre milioni di euro che poi ho diviso con Fede. Però non ricordo la cifra esatta.

Secondo Fede lei si vuole vendicare. Lei ha qualcosa contro l’ex direttore del TG4?

Ma vendetta di che cosa? Guardi che io Emilio Fede lo stimo. È una persona speciale che mi ha dato tanto. Se Berlusconi mi ha dato questi soldi io devo ringraziare solo Fede perché è stato lui il promotore. Io avevo chiesto una fidejussione ma Fede ha insistito per chiedere lui personalmente questi soldi. Purtroppo la divisione che abbiamo fatto non mi ha permesso di pagare tutto quello che dovevo pagare e sono fallito.

Nelle motivazioni della sentenza Ruby bis lei e Fede siete descritti come i “selezionatori” delle ragazze presenti alle serate di Arcore. Davvero lei ha gestito gli inviti delle ragazze?

Non c’è stata nessuna selezione. Io non faccio il selezionatore, ho visitato costantemente Arcore dal 1985 al 2010 e sono sempre stato lì con tanti altri ospiti. Ma non è mai esistito tutto questo selezionamento o questa degustazione per il padrone di casa. Non c’era niente. Eravamo ospiti graditi, invitati. Se poi qualche ragazza ha dato il numero ad altre ragazze non lo so. Ma di certo non sono io che le ho portate ad Arcore per prostituirsi. Anche perché, voglio sottolinearlo, ad Arcore nessuno si è prostituito.

QUANTE VOLTE, SILVIO, QUANTE VOLTE...?

Il testo integrale della sentenza Bunga Bunga, con le testimonianze, le intercettazioni, le prove certe e quelle traballanti nel nuovo libro di Affari Italiani Editore

Fede ha però dichiarato che le ragazze venivano invitate attraverso di lei…

Beh, i miei ospiti li ho invitati io e Fede ha invitato i suoi. Ma questo non significa nulla. Per esempio io Nicole Minetti non l’ho mai conosciuta.

E Ruby?

Ruby l’ho invitata io perché doveva venire a fare uno spettacolo di danza del ventre. Ma mi aveva detto di avere 22 o 24 anni, ora non ricordo, qualche mese prima nel mio ufficio. Tutto veniva gestito nella più assoluta regolarità e trasparenza. Ad Arcore c’è stata anche Aida Yespica, ma dai tabulati risulta che è entrata alle nove di sera ed è uscita prima di mezzanotte. Non è successo niente di male. E comunque io con le “olgettine”, non ho niente a che fare. Non conoscevo la Polanco e le altre anche perché io poi la televisione non la guardo ma la faccio.

Ma concretamente perché queste ragazze andavano ad Arcore?

Erano semplicemente delle serate divertenti, niente di più. Non si è mai andati oltre. Poi Berlusconi è molto generoso, magari qualche ragazza ha visto la sua bontà e ha colto l’occasione per chiedergli qualcosa ma di certo non in cambio di quello che dicono i giudici.

Fede invita anche i magistrati a chiedere a Sara Tommasi chi l’ha ridotta in quello stato, alludendo probabilmente a lei. Lei che rapporto ha con Sara Tommasi?

Credo di essere stato uno dei pochi ad aiutare Sara. Testimone sua mamma. L’ho fatta ricoverare a Bologna perché non stava bene. Io Sara l’ho solo aiutata.

Lei ha patteggiato nel processo per bancarotta fraudolenta ed è stato condannato in primo grado nel processo Ruby bis. Quali sono state le conseguenze di tutto ciò sulla sua vita professionale?

Queste vicende hanno comportato la distruzione totale della mia vita e del mio lavoro. In questo momento sono in affidamento e sto pagando quello che ho patteggiato, cioè 4 anni e tre mesi di pena alternativa. Sono affidato a mio figlio e un giorno alla settimana da Don Mazzi mi occupo di sociale, cosa che ho fatto per tutta la vita. Piuttosto che in carcere meglio stare qui. Comunque io credo nella magistratura e visto che sono innocente spero che negli altri due gradi del processo Ruby sia riconosciuta la mia innocenza e tutto finisca in una bolla di sapone come era successo per Vallettopoli.

Oggi che rapporti ha con Berlusconi e Fede?

Berlusconi non lo vedo dal 7 o 8 gennaio 2010. Fede invece mi è capitato di incontrarlo in qualche ristorante di Milano. Tra di noi c’è stata massima carineria. Io il direttore lo rispetto molto e ancora oggi se lo incontro con lui sono, come mi è stato insegnato, cortese e gentile. Ripeto, posso solo ringraziarlo per quei soldi per i quali mi ha chiesto solo quello che gli spettava in una trattativa di prestito.

Tags:
morafede
in evidenza
Heidi Klum reggiseno via in barca Diletta Leotta da sogno in vacanza

Wanda Nara.... che foto

Heidi Klum reggiseno via in barca
Diletta Leotta da sogno in vacanza

i più visti
in vetrina
Nicole Daza, chi è la compagna di Marcell Jacobs: la biografia

Nicole Daza, chi è la compagna di Marcell Jacobs: la biografia





casa, immobiliare
motori
Honda HR-V, arriva la tecnologia full Hibird

Honda HR-V, arriva la tecnologia full Hibird


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.