A- A+
Cronache

Se frequenti ancora quelle persone ti ammazzo”, ecco il testo dell'sms che non ammette repliche, scritto dal fratello di una sfortunata 17nne vessata di continuo in famiglia perchè usciva con il ragazzo che si era scelta. Dopo quest'ultimo episodio al culmine di una serie di violenze domestiche a cui era sottoposta perché così prevedeva il Corano, la giovane siriana ha denunciato la propria famiglia ai carabinieri di Stra, sulla riviera del Brenta tra Padova e Venezia.

A causa della sua voglia di vita all'occidentale, dell'abbigliamento e soprattutto delle sue frequentazioni di coetanei italiani la donna islamica era stata più volte minacciata e legat al letto per punizione. “I miei genitori non mi fanno più vivere – ha dichiarato lei alle forze dell'ordine che hanno sentito come testimone anche la sua migliore amica - quelle volte che mi lasciano uscire mi tempestano di telefonate al cellulare. In discoteca posso andare solo se sono accompagnata da mia sorella più grande e mio fratello controlla ogni mio movimento”. Ai genitori non è stato permesso di vedere la figlia che, in accordo con il tribunale dei minori di Venezia, è stata affidata a una comunità protetta.

Paolo Braghetto

Tags:
musulmanagenitori
in evidenza
House of Gucci, guarda il trailer Jared Leto irriconoscibile. FOTO

Lady Gaga guida un cast stellare

House of Gucci, guarda il trailer
Jared Leto irriconoscibile. FOTO

i più visti
in vetrina
Pasta Garofalo, il pastificio presenta il suo primo Report di Sostenibilità

Pasta Garofalo, il pastificio presenta il suo primo Report di Sostenibilità





casa, immobiliare
motori
BMW prosegue lo sviluppo delle auto che restituiscono energia green

BMW prosegue lo sviluppo delle auto che restituiscono energia green


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.