A- A+
Cronache
Non si fermano all'alt dei Carabinieri. Si schiantano dopo la fuga, 1 morto

Non fermarsi a un alt delle forze dell'ordine può avere conseguenze tragiche. Lo abbiamo imparato con l'ancora controversa vicenda del 17enne ucciso a Napoli, ulteriore conferma dopo un nuovo caso, questa volta in provincia di Varese. Sei giovani erano saliti tutti sulla stessa auto e vedendo una pattuglia dei Carabinieri hanno accelerato. Nella fuga si sono schiantati contro un muro e uno di loro è morto...

L'incidente è avvenuto poco dopo le tre di domenica mattina a Cuvio, in provincia di Varese. I sei ragazzi coinvolti nello schianto hanno tutti tra i 18 e i 24 anni. Tra di loro anche una ragazza 19enne. Erano tutti a bordo di una Nissan Micra quando si sono accorti di passare vicino a una volante dei Carabinieri. Per timore di essere fermati e magari multati hanno accelerato per scappare e la volante li ha inseguiti. Al termine di una serie di manovre pericolose il conducente si è schiantato contro il muro di un'abitazione privata. Uno dei ragazzi a bordo, un 21enne è morto. Gli altri 5 sono rimasti feriti.

 

Tags:
carabinieri
in evidenza
Diletta Leotta, incidente a luci rosse a Scherzi a Parte. LE FOTO

Lo scherzo e l'imprevisto

Diletta Leotta, incidente a luci rosse a Scherzi a Parte. LE FOTO


in vetrina
Automotive, da ALD arrivano nuove soluzioni di mobilità sostenibile

Automotive, da ALD arrivano nuove soluzioni di mobilità sostenibile





motori
Nuova Peugeot e-208, 400 km di autonomia grazie ad un nuovo motore elettrico

Nuova Peugeot e-208, 400 km di autonomia grazie ad un nuovo motore elettrico

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.