A- A+
Cronache
polizia usa 1

Orrore negli Stati Uniti dove una nonna è accusata di aver strangolato la nipotina di otto anni, Gizzell Kiara Ford. Prima di essere uccisa, la bambina avrebbe subito mesi di abusi e violenze. Inizialmente la nonna ha tentato di difendersi dicendo che la nipote si era suicidata, ma i poliziotti hanno trovato sul corpo della bambina diversi segni di contusioni, ustioni e tagli.

Quando gli agenti sono arrivati in casa della nonna, hanno trovato il padre della bimba, costretto a letto da una malattia, e l'anziana. Sul corpo della piccola sono stati trovati profondi tagli, segni di una corda legata a caviglie e polsi, e bruciature di sigarette. Il degrado era tale che in una ferita alla testa non curata sono stati trovati alcuni vermi. Lo zio della bambina ha raccontato che la donna la teneva lontana dalla famiglia e dagli amici. "Helen non la faceva parlare con nessuno - ha spiegato Mercado - Diceva, 'Gizzell non può parlare, è sotto la doccia', oppure 'è in punizione'. Ogni volta aveva una scusa diversa".

Tags:
nonnausanipotina
in evidenza
Automotive, da ALD la svolta Arrivano nuove soluzioni green

Tra mobilità e sostenibilità

Automotive, da ALD la svolta
Arrivano nuove soluzioni green


in vetrina
Fotovoltaico Plug and Play, ecco la soluzione green contro la crisi energetica

Fotovoltaico Plug and Play, ecco la soluzione green contro la crisi energetica





motori
Nuova smart #1,il domani è già arrivato

Nuova smart #1,il domani è già arrivato

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.