A- A+
Cronache
Nuovo naufragio al largo delle coste libiche, almeno due morti

Ancora un naufragio di migranti al largo delle coste libiche: le unità militari e mercantili inviate dalle autorità italiane avrebbero salvato 268 persone e recuperato due cadaveri, ma non è stato ancora accertato il numero complessivo delle vittime. Il barcone sul quale gli immigrati viaggiavano sarebbe colato a picco a 50 miglia dalla costa libica.

Intanto è arrivata in mattinata al porto mercantile di Taranto la nave Fasan della marina militare italiana con a bordo 1.311 profughi salvati nell'ambito dell' operazione denominata Mare Nostrum. Si tratta di 1.025 uomini, 176 donne, delle quali 7 in gravidanza, e di 110 minori, provenienti da Siria, Gambia, Pakistan, Palestina, Marocco, Senegal, Libia e Sud Sudan.

E' il decimo sbarco nel capoluogo ionico da aprile. Sei giorni fa erano arrivati a Taranto altri 404 migranti a bordo di Nave Zeffiro. Sono in corso le operazioni di sbarco dei migranti, che vengono smistati fra i centri di accoglienza predisposti dall'amministrazione comunale e dalle associazioni di volontariato prima di essere trasferiti verso altre destinazioni.

 

Tags:
nuovo naufragiolibiamorti
in evidenza
La rete non dimentica: le promesse (non mantenute) di Giggino in campagna elettorale

Il video che inchioda Di Maio

La rete non dimentica: le promesse (non mantenute) di Giggino in campagna elettorale


in vetrina
KoRo rafforza la propria presenza nel mercato europeo

KoRo rafforza la propria presenza nel mercato europeo





casa, immobiliare
motori
Paolo Poma CFO Lamborghini: “essere best in class entro il 2025"

Paolo Poma CFO Lamborghini: “essere best in class entro il 2025"


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.