A- A+
Cronache
Omicidio Bologna, il killer confessa: "Era l'amante di mia moglie"

Omicidio Bologna, fermato un 38enne ucraino che confessa: "L'ho ucciso perchè era l'amante di mia moglie"

C’è il movente passionale dietro l’omicidio a Bologna di Roman Matvieiev, Il 40enne morto sabato all’ospedale Maggiore dopo aver subito la sera prima un’aggressione in casa sua. A confessare il delitto è stato un 38enne suo connazionale. Secondo quanto emerso, quest’ultimo accusava la vittima di avere una relazione con sua moglie. Matvieiev è stato trovato riverso su una sedia con varie ferite al corpo e alla testa. Le rapide indagini della polizia hanno portato in poco tempo a identificare l’omicida, ripreso mentre entrava nel condominio di via Ferrarese brandendo tra le mani una pesante chiave inglese lunga 50 centimetri e immortalato poi nuovamente uscire sporco di sangue. Una volta interrogato, il 38enne ha confessato davanti al pm Michele Martorelli e poi è stato rinchiuso nel carcere della Dozza.

LEGGI ANCHE: Stalking, dopo 22 anni di carcere per omicidio esce e perseguita una donna

Iscriviti al nostro canale WhatsApp





in evidenza
Von der Leyen rieletta, la lunga fila di eurodeputati in attesa di omaggiarla con abbracci e selfie

Home

Von der Leyen rieletta, la lunga fila di eurodeputati in attesa di omaggiarla con abbracci e selfie


in vetrina
Un racconto sulle assurdità del nazismo: la recensione di Ferrovie del Messico

Un racconto sulle assurdità del nazismo: la recensione di Ferrovie del Messico





motori
Nuova CUPRA Leon: arriva l’innovativo 1.5 e-HYBRID da 272 CV DSG

Nuova CUPRA Leon: arriva l’innovativo 1.5 e-HYBRID da 272 CV DSG

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.