A- A+
Cronache
Omofobia, “Non assumerei mai un omosessuale”. Confermata condanna a Taormina

OMOFOBIA, CORTE UE: DISCRIMINATORIE FRASI DETTE DA POTENZIALE DATORE DI

Le dichiarazioni omofobe costituiscono una discriminazione in materia di occupazione e di lavoro se pronunciate da chi esercita, o può essere percepito come capace di esercitare, un’influenza determinante sulla politica di assunzioni di un datore di lavoro. Così nella sentenza odierna la Corte di giustizia dell’Unione europea pronunciandosi su richiesta della Cassazione sul caso che coinvolge l’avvocato Carlo Taormina e l’associazione Avvocatura per i diritti Lgbti. Nel 2013, nel corso di una puntata della trasmissione La Zanzara su Radio 24, l’ex parlamentare di Forza Italia affermò che non avrebbe mai assunto persone omosessuali nel proprio studio. 

Secondo la Corte, deve esistere un collegamento non ipotetico tra tali dichiarazioni e la politica di assunzioni del datore di lavoro. L’esistenza di un siffatto collegamento deve essere valutata dai giudici nazionali sulla base delle circostanze caratterizzanti le dichiarazioni in questione. In particolare sono rilevanti lo status dell’autore delle dichiarazioni e la veste nella quale egli si è espresso. I giudici nazionali devono altresì prendere in considerazione la natura e il contenuto delle dichiarazioni in questione, nonché il contesto in cui sono state effettuate, in particolare il loro carattere pubblico o privato. Il tribunale del lavoro di Bergamo, su richiesta dell'associazione Avvocatura per i diritti Lgbti, aveva ordinato a Taormina il risarcimento di 10mila euro a favore dell'associazione. La Corte ha riconosciuto la legittimazione ad agire dell'associazione.

Iscriviti alla newsletter
Commenti
    Tags:
    omofobiacorte uesentenza corte uesentenza corte ue taormina
    in evidenza
    CDP, ospitato FiCS a Roma Gorno Tempini: “Agire come sistema unico”

    Corporate - Il giornale delle imprese

    CDP, ospitato FiCS a Roma
    Gorno Tempini: “Agire come sistema unico”

    i più visti
    in vetrina
    Ferrovie dello Stato, al via un nuovo modello per cantieri più sostenibili

    Ferrovie dello Stato, al via un nuovo modello per cantieri più sostenibili





    casa, immobiliare
    motori
    Peugeot: la filosofia della guida elettrica

    Peugeot: la filosofia della guida elettrica


    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.