A- A+
Cronache
Nobel per la Pace, i bookmaker scommettono su Papa Bergoglio

Il Nobel più atteso. Arriverà oggi il premio dell'Accademia reale svedese all'uomo che di più lo scorso anno si è battuto per la nobile causa della pace nel mondo. I bookmakers sono sicuri e dicono “Papa Francesco” anche se fioccano gli outsiders. Le nomination sono varie. Il presidente della Federazione Russa, Vladimir Putin, per il suo ruolo ‘pacificatore’ nella crisi siriana e per il suo intervento nella intricata situazione geopolitica ucraina. Tra i candidati spunta anche Edward Snowden, la talpa del Datagate che ha ricevuto asilo politico proprio in Russia. Un nome sponsorizzato non da ieri da due politici norvegesi che avevano motivato la loro decisione sottolineando “quanto le denunce e le rivelazioni dell’ex tecnico della Cia e della National Security Agency” abbiano contribuito a creare “un ordine mondiale più stabile e pacifico”.

Altri outsiders? Senz’altro il segretario generale dell’Onu, Ban–Ky Moon, impegnato h24 a sopire gli scenari ingestibili del conflitto globale economico e bellico in corso. Una candidatura ‘istituzionale’. E ottime credenziali può vantare anche Denis Mukwege, il medico congolese fondatore del Panzi Hospital a Bukavu, da anni a fianco delle donne che hanno subito violenza. Un fenomeno tristemente frequente in Africa ad opera delle milizie armate ma sempre più in metastasi nel pianeta, dai tagliatori di gole dell’Isis agli episodi seriali in India.

E, ancora di più – qui le quotazioni salgono – l’attivista pachistana per i diritti civili Malala Yousafzai, ora accolta a Londra dopo essere sopravvissuta quasi per miracolo ad un agguato talebano mentre si trovava sulla via per andare a scuola. Era il 2012, l’anno precedente all’elezione al soglio pontificio di Jorge Mario Bergoglio, Papa Francesco. Che, certo, mai direbbe: “Chi meglio di me?”. Con ogni probabilità sorridendo di fronte al cabaret di pronostici della vigilia e, ancora di più, leggendo le dichiarazioni di Jon Ivan-Duke – voce autorevole della bettin’ house William Hill – secondo il quale “forse qualche ispirazione divina è al lavoro”.

Tags:
pacenobel
in evidenza
Energia e misurabilità ESG Svolta nel libro di Dal Fabbro

Transizione green

Energia e misurabilità ESG
Svolta nel libro di Dal Fabbro

i più visti
in vetrina
Caldo record e rincari Condizionatori, come scegliere i migliori: i consigli per risparmiare

Caldo record e rincari
Condizionatori, come scegliere i migliori: i consigli per risparmiare





casa, immobiliare
motori
Tre smart EQ in dotazione alla Polizia Locale di Genova

Tre smart EQ in dotazione alla Polizia Locale di Genova


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.