A- A+
Cronache

"Alcuni dicono: 'Cristo si', la Chiesa no', ovvero: "credo in Dio ma non nei preti', ma la Chiesa e' la grande famiglia dei figli di Dio e ha anche aspetti umani, ci sono nei suoi membri imperfezioni, peccati. Anche il Papa ne ha, e ne ha tanti". Con queste parole Papa Francesco si e' rivolto oggi ai 90mila fedeli presenti all'Udienza Generale. "Ma il bello - ha affermato - e' che quando ci accorgiamo di essere peccatori, allora troviamo la Misericordia di Dio. Dio sempre perdona". "Non dimenticate mai questo: sempre perdona", ha chiesto ai fedeli il nuovo Pontefice. "Il peccato e' un'offesa a Dio", ha ricordato, ma e' anche una opportunita': "l'umiliazione per accorgersi che c'e' un'altra cosa piu' bella, il perdono di Dio".

Per Papa Francesco, dunque, anche se "in coloro che la compongono, pastori e fedeli, ci sono difetti, imperfezioni, peccati", la Chiesa "e' di Dio, fa parte del suo grande disegno di amore per tutta l'umanita', e' opera sua". "Amate la Chiesa cari fratelli e sorelle", ha esortato rivolto ai pellegrini di lingua francese: "essa - ha ripetuto - e' l'opera di Dio". "Quando leggiamo i Vangeli, vediamo che Gesu' raduna intorno a se' una piccola comunita' che accoglie la sua parola, lo segue, condivide il suo cammino, diventa la sua famiglia, e con questa comunita' Egli prepara e costruisce la sua Chiesa", ha detto ancora il Pontefice ricordando che "la Chiesa e' famiglia in cui si ama e si e' amati". "Domandiamoci oggi: quanto amo io la Chiesa? Prego per lei? Mi sento parte della famiglia della Chiesa? Che cosa faccio perche' sia una comunita' in cui ognuno si senta accolto e compreso, senta la misericordia e l'amore di Dio che rinnova la vita?", ha suggerito. "La fede - ha poi concluso - e' un dono e un atto che ci riguarda personalmente, ma Dio ci chiama a vivere insieme la nostra fede, come famiglia, come Chiesa".

AI GIOVANI: "NON ABBIATE PAURA DI ESSERE GENITORI" - "La paternita' e' un dono di Dio e una grande responsabilita' per dare una nuova vita, la quale e' un'irripetibile immagine di Dio. Non abbiate paura di essere genitori. Molti di voi certamente diventeranno padri!". Papa Francesco si e' rivolto cosi' ai giovani presenti oggi all'Udienza Generale. "Siate anche aperti alla paternita' spirituale, un grande tesoro della nostra fede. Dio vi doni la ricchezza e la irradiazione della sua paternita' e vi colmi della sua gioia", ha chiesto loro. "Ricordate - ha chiesto inoltre ai giovani - che Dio e' Padre di ciascuno di noi. E' stato Lui a crearci, ad elargire a ciascuno di noi i talenti, a guidarci nel cammino della vita; Egli e' con noi, nonostante la nostra debolezza, il nostro peccato, le nostre omissioni. Vuole salvarci! E' modello di ogni paternita', anche di quella terrena". "Ciascuno di noi - ha aggiunto il Papa - deve tanto al padre terreno, che ci ha trasmesso la vita, che ha avuto cura di noi e che continua a provvedere alla nostra esistenza quotidiana e alla nostra crescita. Non dimenticate di rendere grazie a Dio per il vostro genitore! Ricordatelo nella preghiera anche se le vostre relazioni dovessero forse essere non buone".

Tags:
papapeccatodio
in evidenza
Margherita Molinari infiamma la spiaggia di Milano Marittima con le sue curve sexy

Costume

Margherita Molinari infiamma la spiaggia di Milano Marittima con le sue curve sexy

i più visti
in vetrina
Pasta Garofalo, il pastificio presenta il suo primo Report di Sostenibilità

Pasta Garofalo, il pastificio presenta il suo primo Report di Sostenibilità





casa, immobiliare
motori
Opel: l'audacia del design tedesco nella sua forma più pura

Opel: l'audacia del design tedesco nella sua forma più pura


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.