A- A+
Cronache
polizia usa 1

Un uomo armato che aveva preso in ostaggio 4 pompieri nella sua abitazione alle porte di Atlanta (in Georgia) e' stato ucciso in un blitz delle forze speciali. Tutti salvi gli ostaggi, che hanno riportato ferite superficiali.

L'uomo, che aveva tenuto i ostaggio per ore i pompieri mentre all'esterno le forze di sicurezza locali e federali cercavano di convincerlo a liberarli, aveva difficolta' finanziarie: secondo i media americani la casa era sotto esecuzione ipotecaria e l'uomo chiedeva che gli venissero ripristinate le connessioni tagliate di energia elettrica, tv e telefono.

Il braccio di ferro, cominciato ieri pomeriggio, e' andato avanti per ore. Il blitz e' stato condotto dalle 'teste di cuoio' della Swat, che hanno fatto irruzione temendo che i pompieri fossero in una situazione di "pericolo imminente".

Tags:
pompieriswatblitz
in evidenza
Condizionatori, scegliere i migliori Tutti i consigli per risparmiare

Caldo record e rincari

Condizionatori, scegliere i migliori
Tutti i consigli per risparmiare

i più visti
in vetrina
Scatti d'Affari Baulificio Italiano: aperto primo monomarca a Milano

Scatti d'Affari
Baulificio Italiano: aperto primo monomarca a Milano





casa, immobiliare
motori
I SUV Jeep® 4xe si confermano leader di vendite nel primo semestre 2022

I SUV Jeep® 4xe si confermano leader di vendite nel primo semestre 2022


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.