A- A+
Cronache
Perugia, Amanda Knox: vivo con l'incubo che gli Usa concedano l'estradizione

"Avremmo ucciso Mez per volontà di umiliazione e prevaricazione: è assurdo. Io e Mez eravamo amiche e non abbiamo mai litigato… È una ricostruzione fantasiosa, non basata sui fatti". Lo sostiene Amanda Knox in un'intervista al settimanale Oggi in edicola.

Si tratta delle prime dichiarazioni dcella giovane dopo la pubblicazione delle motivazioni di condanna per lei e Raffaele Sollecito nell'appello bis per il delitto di Meredith Kercher. "Sono le speculazioni che mi condannano. I fatti mi assolvono", dice l'americana, che confida: "Il verdetto mi ha veramente travolta e ci è voluto tanto tempo per riprendere coraggio".

Nell'intervista Amanda torna su tutti gli elementi indiziari, sulla sua prima confessione poi ritrattata ("frutto di un interrogatorio coercitivo") e dice: "Convivo con questo doppio incubo: che l'errore giudiziario sarà confermato e l'estradizione concessa". E nel caso non venisse estradata? "Gli Stati Uniti diventerebbero la mia prigione… Mi peserebbe molto non poter tornare mai più in Italia e non poter visitare la tomba di Mez".

Tags:
perugiaamanda knoxmeredithestradizione
in evidenza
Wanda Nara, perizoma e bikini Lady Icardi è la regina dell'estate

Foto mozzafiato della soubrette

Wanda Nara, perizoma e bikini
Lady Icardi è la regina dell'estate

i più visti
in vetrina
Meteo agosto: fresco al Nord, Africa al Sud. E a Ferragosto colpo di scena

Meteo agosto: fresco al Nord, Africa al Sud. E a Ferragosto colpo di scena





casa, immobiliare
motori
BMW 320e Touring, la piccola ibrida plug-in della Serie 3

BMW 320e Touring, la piccola ibrida plug-in della Serie 3


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.