A- A+
Cronache

Trasmissione degli atti al pg della Cassazione e al ministro della Giustizia, titolari dell'azione disciplinare. Questa e' una delle conclusioni a cui e' giunta la settima commissione del Csm, nell'ambito della pratica sullo scontro Robledo-Bruti Liberati. La settima commissione ha infatti approvato oggi la proposta presentata dalla togata di Unicost, Pina Casella, relatrice del fascicolo e presidente della commissione, con cui si "prende atto" dell'esposto di Robledo e vengono formulati "rilievi organizzativi".

Dunque, la commissione propone al plenum di trasmettere gli atti sia ai titolari dell'azione disciplinare che alla quinta commissione, competente sulla conferma dei magistrati in incarichi direttivi e semidirettivi. Sulla proposta, pero', la commissione si e' spaccata: tre i voti favorevoli, espressi da Casella (Unicost), Marini e Zanon (laici centrodestra), due astensioni, quelle di Borraccetti (Area) e Liguori (Unicost) e un voto contrario, quello del togato di Magistratura indipendente, Antonello Racanelli. Rilievi di carattere disciplinare, stando a quanto si e' appreso, sarebbero stati evidenziati anche nella bozza di proposta presentata dal togato di Unicost, Mariano Sciacca, relatore della pratica in prima commissione: questa commissione, pero', non ha ancora concluso i suoi lavori e tornera' a riunirsi lunedi' prossimo.

I rilievi delle Commissioni riguarderebbero al maggior parte dei punti toccati da Robledo nel suo esposto: dall'inchiesta Ruby a quella sul San Raffaele, al caso Sallusti, fino all'inchiesta Expo e al fascicolo Sea-Gamberale dimenticato in cassaforte. E' presumibile che le conclusioni della Settima commissione e quelle che verranno votate dalla Prima, saranno discusse in un'unica seduta di plenum, probabilmente verso la meta' di questo mese. Il togato di Magistratura Indipendente, Antonello Racanelli, sarebbe intenzionato a presentare una controproposta, anche direttamente in plenum, nel caso in cui i tempi delle Commissioni siano troppo stretti.

Tags:
procura
in evidenza
Il trauma di Romina Carrisi "Ho lavorato negli strip club"

Dolorosa esperienza negli USA

Il trauma di Romina Carrisi
"Ho lavorato negli strip club"

i più visti
in vetrina
Meteo agosto: fresco al Nord, Africa al Sud. E a Ferragosto colpo di scena

Meteo agosto: fresco al Nord, Africa al Sud. E a Ferragosto colpo di scena





casa, immobiliare
motori
Taigo: il primo SUV coupé di Volkswagen

Taigo: il primo SUV coupé di Volkswagen


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.