A- A+
Cronache
Ragusa, denuncia di "Chi l'ha visto": marito e amante ci ostacolarono
Roberta Ragusa

Non solo l'inchiesta degli inquirenti, ma anche il lavoro della redazione di 'Chi l'ha Visto'. Così Antonio Logli e l'amante Sara Calzolaio avrebbero ostacolato le indagini sulla scomparsa di Roberta Ragusa. 
 
Agli atti sono state messe le intercettazioni che provano come la coppia abbia cercato, di comune accordo, di non far parlare i giornalisti con la zia Adriana, una seconda mamma per Roberta e ormai defunta. La donna, mai consultata, avrebbe raccolto lo sfogo della nipote Roberta, stanca della relazione extraconiugale del marito.

"Gli devi dire no, li richiami e li denunci", intima Sara Calzolaio ad Antonio Logli spiegando che quelli di 'Chi l'ha Visto?' non avevano il diritto di curiosare.

 

Tags:
roberta ragusaindagini
in evidenza
Condizionatori, scegliere i migliori Tutti i consigli per risparmiare

Caldo record e rincari

Condizionatori, scegliere i migliori
Tutti i consigli per risparmiare

i più visti
in vetrina
Pomeriggio rovente a Milano Dayane Mello bacia Dana Saber Ecco chi è la misteriosa modella

Pomeriggio rovente a Milano
Dayane Mello bacia Dana Saber
Ecco chi è la misteriosa modella





casa, immobiliare
motori
I SUV Jeep® 4xe si confermano leader di vendite nel primo semestre 2022

I SUV Jeep® 4xe si confermano leader di vendite nel primo semestre 2022


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.