A- A+
Cronache
Escort 1

Sponsorizzare il referendum per abrogare la legge Merlin e riaprire le case di tolleranza. E’ l’obiettivo di una campagna telefonica promossa dall’ex vicensindaco di Roma Sveva Belviso e dal primo cittadino di Mogliano Veneto Giovanni Azzolini.

I due vogliono riaprire le case chiuse, spiega Repubblica, e nella campagna telefonica si ascolta il comitato promotore sponsorizzare un referendum nazionale sul tema. I promotori chiedono l’abrogazione parziale della legge Merlin nella parte in cui vieta la possibilità di aprire case di tolleranza come contrasto allo sfruttamento della prostituzione.

I promotori ritengono la prostituzione un problema primario tanto da citare dati secondo i quali in Italia ci sono settantamila prostitute con nove milioni di clienti e un giro di affari stimato intorno ai quindici miliardi di euro l’anno. I cittadini intenzionati ad aderire all’iniziativa, hanno fatto sapere i promotori, possono recarsi con un documento valido presso l’ufficio del protocollo del segretario generale di Roma Capitale in Campidoglio. E da venerdì presso tutti i municipi.

Tags:
case chiusemerlin
in evidenza
"La borsa di Chanel irrinunciabile. La moda? Oggi inorridisco per..."

Zorzi torna su discovery con Tailor Made. La video-intervista

"La borsa di Chanel irrinunciabile. La moda? Oggi inorridisco per..."

i più visti
in vetrina
Scatti d'Affari Banca Generali: presentati gli scatti relativi all’SDG numero 2 “Fame zero”

Scatti d'Affari
Banca Generali: presentati gli scatti relativi all’SDG numero 2 “Fame zero”





casa, immobiliare
motori
Nuova DS 7, eleganza e comfort in un’unica vettura

Nuova DS 7, eleganza e comfort in un’unica vettura


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.