A- A+
Cronache

 

carabinieri formello

I Carabinieri della Compagnia di Chioggia hanno identificato e bloccato il violentatore seriale, che da mesi seminava il panico sugli argini della Riviera del Brenta. Le indagini hanno condotto ad un fermo di indiziato di delitto nei confronti di un cittadino romeno di 38 anni.

In particolare, lungo la passeggiata, di circa 15 chilometri, che segna l'argine del fiume Brenta a cavallo delle Province di Venezia e Padova, negli ultimi mesi vi era stata una recrudescenza delle aggressioni a donne che si trovavano in zona, che venivano sottoposte a violenze sessuali.

Dalle indagini e' risultato che l'aggressore agiva soprattutto nel fine settimana approfittando di momenti di scarsa affluenza in zona e grazie alla mole robusta, aggrediva sessualmente le donne che da sole, correvano o camminavano sull'argine del fiume.

Tags:
rivierabrentacatturato
in evidenza
"Speriamo che sia femmina?": la possibile svolta politica in anteprima alla Piazza di Affari

La kermesse a Ceglie dal 26 al 28 agosto - Il programma

"Speriamo che sia femmina?": la possibile svolta politica in anteprima alla Piazza di Affari


in vetrina
Scatti d'Affari GAP a Milano, chiude il negozio dopo 12 anni. Giù la serranda dal 7 ottobre

Scatti d'Affari
GAP a Milano, chiude il negozio dopo 12 anni. Giù la serranda dal 7 ottobre





casa, immobiliare
motori
Al Monterey Car Week Aston Martin svela la DBR22

Al Monterey Car Week Aston Martin svela la DBR22


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.