A- A+
Cronache

di Miriam Carraretto

Uscire di casa la mattina, prendere l'auto e sapere esattamente a che ora arriveremo al lavoro. Senza più ingorghi né intoppi stradali. Basta code, basta deviazioni inattese, basta ritardi. Un sogno? Niente affatto. A Colonia è già (quasi) realtà.

Gli amministratori locali hanno infatti avviato un progetto pilota adattando alle proprie esigenze il software Traffic Prediction Tool e Intelligent Transportation ideato dalla Ibm. Uno strumento molto più avanzato e preciso dei navigatori in circolazione, che promette di cambiare, davvero, il nostro modo di guidare.

Grazie a questo sistema, i tecnici sono riusciti a prevedere il volume e il flusso di traffico sulle strade cittadine con un’accuratezza di oltre il 90 per cento e con un anticipo fino a 30 minuti. Una vera rivoluzione, che permette di evitare il classico "effetto tappo" dove nessuno si muove più, rendendo la città vivibile e smart. Meno auto in coda significa meno inquinamento, meno stress e meno disagi per tutti, pedoni e ciclisti compresi.

In questo modo, i viaggiatori possono pianificare meglio il proprio tempo, decidere se e quando uscire, scegliere i mezzi pubblici al posto della macchina oppure imboccare un percorso alternativo. Il Centro di comando del traffico di Colonia raccoglie i dati in tempo reale da più di 150 stazioni di monitoraggio e 20 videocamere posizionate lungo strade, autostrade e nei punti di confluenza notoriamente più problematici.

Ad oggi non è ancora possibile sapere con precisione assoluta il momento esatto in cui si verifica una "congestione" in strada, ma via via che i dati disponibili aumenteranno, i funzionari del traffico saranno in grado di individuare gli intoppi e intervenire in anticipo. “I risultati del progetto pilota sono molto incoraggianti", ha spiegato il Direttore dell’Ufficio di controllo del traffico di Colonia, Thomas Weil. "Avere la possibilità di generare elementi di conoscenza immediatamente utilizzabili dai dati di monitoraggio del traffico ci consente di gestire meglio gli ingorghi e fornire ai cittadini informazioni più precise".

E in un futuro nemmeno così lontano, "il nostro Centro di comando del traffico potrebbe ottimizzare il flusso in corso, oltre a prevedere e pianificare gli interventi per i potenziali incidenti”. Ma perché proprio Colonia? Qui negli ultimi anni il problema code è diventato nodale. Oggi la città è il maggior polo economico del Nord-Reno Westfalia e il quarto centro urbano più grande della Germania. La popolazione è cresciuta costantemente, arrivando a sfiorare il milione di abitanti, anche grazie allo sviluppo del distretto industriale e dell’attività fieristica e culturale in tutta l'area.

Da qui l'idea dell'Amministrazione pubblica di trovare velocemente una soluzione. "Grazie ai nostri esperti", ha commentato Eric-Mark Huitema, IBM Smarter Transportation Europa, "siamo riusciti a fornire una risposta in tempi rapidi, attraverso una gestione intelligente del traffico per una rete di trasporto più sostenibile”.

Tags:
coloniaguidaauto
in evidenza
Casaleggio-Sabatini, che coppia Mano nella mano in dolce attesa

Paparazzati in un hotel di lusso

Casaleggio-Sabatini, che coppia
Mano nella mano in dolce attesa

i più visti
in vetrina
Meteo, il maltempo spacca l’Italia tra temporali e super caldo

Meteo, il maltempo spacca l’Italia tra temporali e super caldo





casa, immobiliare
motori
Prende il via da Cagliari il raoadshow ELECTRIQA firmato Mercedes

Prende il via da Cagliari il raoadshow ELECTRIQA firmato Mercedes


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.